username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

I poeti?

I poeti che pazzi,
attendono giorni l'ispirazione,
ma quando arriva
la gettano alle ortiche,
e scrivono di getto, d'amore o di guerra,
come per gioco distruggono vite,
e creano universi.

Le stelle non sono reali,
sono puntini di luce che un poeta ha inventato
forando un lembo di cielo,
vi ha gettato un veloce neutrino,
e l'ha infuocato con idrogeno puro.

E Dio?
non vorrei essere blasfemo,
ma è un poeta,
attenti alle sottigliezze,
è, non era!
Perché se Lui più non fosse
non ci sarebbe poesia su questo mondo di pazzi

poeti,
che matti!

Ubriachi di versi o parole
fanno a pugni con gli Angeli,
e li pitturano con soffici odi
nei cuori di uomini sani.

I poeti son pazzi,
e voi, che ancora la luce vi brilla negli occhi,
non ascoltateli.
Vi porteranno in luoghi vietati
da dove sarebbe impossibile tornare
normali.

 

6
7 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 10/03/2012 13:32
    Una poesia nettamente da non condividere, i payyi sono gli altri e chi la pensa come loro.
  • STEFANO ROSSI il 09/03/2012 11:39
    mA DAVVERO DAVVERO DAVVERO COMPLIMENTI! Cesare.
    Questa tua poesia-omaggio è davvero davvero davvero bella.
    Ottime le riflessioni specialamente quella su Dio e i giochi di parole... ottimi. Ritmo perfetto. che altro posso dire... bravo DAVVERO

7 commenti:

  • Anonimo il 16/03/2012 15:39
    bellissima... ne sono rimasta incantata complimenti... se li gradisce...
  • mauri huis il 09/03/2012 21:11
    Bella poesia, come vorrei che tu avessi ragione su Dio come sul resto... ad ogni modo complimenti!
  • loretta margherita citarei il 09/03/2012 17:56
    molto originale, gradevolissima, tra i preferiti, sorbole cesare!
  • Anonimo il 09/03/2012 17:24
    Il mondo dei poeti è un mondo particolare che coinvolge e ammalia, ma nessuno potrà mai ad eguagliare la creatività poetica di Dio, la cui parola costruisce e realizza.
    Complimenti!
  • karen tognini il 09/03/2012 07:30
    Ormai Cesare son sulla strada del non ritorno... la poesia mi sta inghiottendo la vita... un po' vorrei staccarmi.. ma sono drogata d'amore...

    Bravo.. Meravigliosa... I poeti,
    che matti!

    Ubriachi di versi o parole
    fanno a pugni con gli Angeli,
    e poi li pitturano con soffici odi
    nei cuori di uomini sani.
  • Vincenzo Capitanucci il 09/03/2012 02:19
    Stupenda Cesare... stelle come fori... il Poeta si svena... per portarvi nel Suo folle mondo... da cui è impossibile tornare... nella norma... dei sani lol...
  • Simone Scienza il 09/03/2012 00:32
    Poeti?
    Si, Dei a confronto,
    con universi da sfoggiare
    forti solo d'illusioni onnipotenti,
    capaci forse a volte chissà d'ispirare addirittura loro, le stelle

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0