PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Al mio caro amor perduto

Mio caro Amor perduto,
rosa appassita
che altro non sei divenuta.

Nemmeno il sentimento
più grande della vita
può sconfiggere
ciò che è cosa più ovvia.

Una gabbia
è diventato il mondo
senza di te,

te che te ne sei andata
portando via da me
la tua purezza e il tuo amore,

da me
che forse amore
non t'ho dimostrato fino in fondo.

Ma
sempre ti ho detto
che l'infinito del cielo
eguaglia l'amor nostro
e qui
sopra la tua fossa
lo ribadisco.

Gocce di fredde lacrime
non caleranno più sopra essa

poiché questi miei versi ti appartengono,
fregano la morte
rendendo l'amor nostro davvero infinito.

Saziati con essi
caro amor mio perduto

fino al giorno in cui
le miei offuscate membra
riposeranno finalmente
accanto alle tue.

E nemmeno allora
i maledetti vermi
riusciranno poi a dividerci.

 

3
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 09/03/2012 23:57
    È in questa composizione che l'etica dell'autore vien fuori. Un'etica di persona sensibile e pura, di grande capacità compositiva e di conoscenza per esperienze dirette. Di persona generosa, che ho il piacere di conoscer di persona, e questo è niente, se non una fortuna della mia vita, riguardo alla sua opera. Struggente e sentita che rimanda emozioni che fanno piangere, che fanno sentire vivi!!

8 commenti:

  • Francesca La Torre il 13/03/2012 18:12
    scusa, ho cliccato male ed il commento e' venuto fuori due volte.
  • Francesca La Torre il 13/03/2012 18:10
    Accidenti: si parla di vero amore: " nemmeno i vermi riusciranno a dividerci"Stupendo!
    Accidenti, qui si tratta di vero amore: "non riusciranno nemmeno i vermi a dividerci". Stupendo!
  • STEFANO ROSSI il 10/03/2012 11:59
    grazie a tutti, un abbraccio
  • Anonimo il 09/03/2012 18:31
    Scusa Stefano, il commento di sotto era mio. Io e Salvatore dividiamo lo stesso pc!
  • Anonimo il 09/03/2012 18:29
    Poesia da pelle d'oca. Intensa, bellissima.
  • Anonimo il 09/03/2012 17:51
    Bravo, veramente bravo. Una poesia dedica molto bella e coinvolgente, con immagini vere ed immediate. Complimenti!
  • STEFANO ROSSI il 09/03/2012 12:00
    Grazie mille Cesare(è un piacere aver commentato la tua poesia ) a rileggerci
  • cesare righi il 09/03/2012 11:57
    Cavolo, Stefano, è mia logica andare a leggere chi mi fa commenti
    (a proposito, grazie) son venuto qui e quasi mi fai piangere. Struggente, piena e disperata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0