username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ricominciare

Da sperduto orizzonte
vento freddo
filtra dall'anta socchiusa,
mescolando al tuo profumo,
che ancora aleggia nella stanza,
odore d'alga e mare.

Raccolgo cocci d'esistenza
per ricomporre antico mosaico
un'immagine dal tempo sbiadita
ora mi appare confusa
icona persa tra il ricordo
che mai più ritroverò.

Sono e sarò
quello che sono stato
solo un po' del tuo amore
è bastato a colmare la vita
restando come enigma d'appartenenza.

Riprendo il cammino
ansimando in compatti declini
tra fiorite primavere e rossi autunni
cerco di Tarpea rupe
per gettare la polvere del passato,
non per giustizia a tradimento,
ma per ardito vivere
in modo di immergermi
tra intensi altri profumi.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0