accedi   |   crea nuovo account

Bolla di sapone

Rincorrevo a piedi nudi sulla spiaggia
una bolla di sapone
contenente la mia vita.

Il vento la sospingeva sempre più lontano
io correvo sempre più piano.

Conteneva tutte le mie emozioni
i desideri nascosti
desiderosi di essere vissuti.

La bolla scoppiò
e
come tante piccole stelle
la vidi dissolversi nell'aria.

Per non essere totalmente svuotata
qualche stella dovevo afferrare.

Presi l'allegria
per sorridere anche quando dentro muori.

Presi la tolleranza
per accettare anche quando vorresti ribellarti.

Presi la disponibilità
per aiutare anche quando non ti viene chiesto.

Presi il sacrificio
per sopportare anche quando vorresti scappare.

Il resto venne perso.

Cadendo sulla sabbia
le stelle gridavano al cielo
ciò che ad esso tornava.

Speranza
gioia
amare
fede
non le ho potute afferrare.

Mani piccole le mie
per accogliere
tutta la vita.

 

8
6 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuliano cimino il 12/03/2012 18:34
    bella e piena di femminile ineguadezza al mondo, stella tu sempre cosi donna cosi poesia.. per rendere la tua bolla una stella che brilla in mezzo a tante..
  • Rocco Michele LETTINI il 12/03/2012 09:48
    Bolla di sapone... è una nostra pura illusione... Bella... delicata... simpatica... questa Tua nuova creatura!!!
  • Anonimo il 12/03/2012 09:30
    COME UNA BOLLA DI SAPONE... Libera, pura nella sua trasparenza, leggera come i sogni di un bambino, delicata come le ali di una farfalla. Tu sei di tutti e di nessuno, ti liberi nell'aria donandoti ad un raggio di sole che ti trasforma in prezioso cristallo dalle mille luci e dai mille colori facendo sognare chi ti guarda. Al tuo passaggio mille espressioni come quelle di un bimbo... Volgere lo sguardo verso l'alto per desiderarti, levare in alto le mani per rapirti e farti propria, ma come ti raggiunsero tu scoppiasti in un pianto fatto di mille lacrime...
    Comprendere allora che nessuno ti può possedere come esclusiva proprietà, ma che tu saresti stata di tutti solo ammirandoti...
    Come una bolla di sapone sono i sogni degli altri, come lacrime sarà momento che li vorrai possedere...
    Bellissimi versi complimenti...

6 commenti:

  • mauri huis il 07/04/2012 10:24
    Hai preso le cose giuste per riottenere quelle che hai perduto. Bentornata Stella!
  • stella luce il 14/03/2012 13:28
    grazie... vedi Leopoldo se avessi potuto quella stella l'avrei presa... un abbraccio a tutti...
  • Alessia Torres il 12/03/2012 17:19
    Una splendida metafora della vita e di tutto ciò che in essa è racchiuso... Tante, troppe le cose che vorremmo legare a noi, bellissimo sarebbe poterle prendere tutte ma non è sempre realizzabile.. L'importante è provare a catturare tutto ciò che ci sta a cuore e sapere di aver fatto il possibile per averlo!
    Grandemente significativa!
  • Vilma il 12/03/2012 16:24
    Ha ragione Leopoldo... piaciuta molto questa tua poesia
    bellissima, scritta con il cuore
  • Gianni Spadavecchia il 12/03/2012 14:24
    Troppo piccole le mani incapace di acchiappare i doni più grandi.
  • leopoldo il 12/03/2012 10:05
    Bella.. induce a riflettere, molto, il mio personale pensiero è che avrei fatto un piccolo sforzo in più per prendere la stella:Amare, con essa forse avrei messo insieme tutte le altre. Amare è anche sacrificio, tolleranza, disponibilità, gioia.., complimenti Stella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0