accedi   |   crea nuovo account

Sospesa nel passato

Mi rivedo bambina,
le gambe penzoloni giù dalla ringhiera
l'aria calda d'inizio primavera
mi sfiorava il viso come adesso.

Sospesa nel vuoto di un balcone
guardo il cielo limpido,
accarezzo le poche nuvole come se mi fossero vicine.

Dove sono andati gli anni miei?
Seduta a gambe incrociate
li osservo passare d'innanzi a me..
son quasi venti ormai
e mi mancano, mancano tanto..

Dove saranno adesso i miei giocattoli?
Le bambole.. le pentoline..
Cibi di plastica per ricette immaginarie..
Dove saranno le finte medicine,
i giochi del dottore..
I finti allievi e noi maestre..
Li ho conservati ormai
in un grande scatolone in un angolo del mio cuore.

Noccioli di nespole diventavano pietanze
cocci che si trasformavano in biscotti..
la semplicità mi si leggeva in viso..

Le amiche immaginarie dove saranno adesso?
Ed i nomi inventati.. chi li ricorda più?

C'erano due sorelle, una strega e una bimba..
un posto segreto mal celato
e tanta fantasia per colorare le giornate..

Questi ricordi mi solleticano il cuore
ed è triste pensare
che il tempo ha diviso anche noi..

 

1
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Basciu il 06/03/2014 16:50
    bella.. quel passato che non passa mai veramente.. le radici del nostro presente.. viste da ognuno di noi con varie lenti, la lente della nostalgia di un periodo prevalentemente felice o la lente del rimpianto di un periodo infelice... mi piace.. ciao
  • Rocco Michele LETTINI il 12/03/2012 20:25
    Sospesa nel passato... Tu come Tutti... Hai letto la mia "Assurdo", anch'io cerco la mia infanzia, con i miei genitori (ormai in Cielo) e i bambini degli Anni Sessanta... Ognuno di noi ha questa... da gridare al mondo... "Vorrei un giorno ritornare bambino"... aMICHEvoLmentE

5 commenti:

  • Alessandro il 12/03/2012 22:44
    Rimpianto per anni infantili, fuggiti in fretta. Non ci rimangono che ricordi innocenti e visioni sfocate. Ottima
  • Alessia Torres il 12/03/2012 17:01
    I ricordi dell'infanzia sono i più teneri dentro noi... ci fai volare indietro nel tempo con i tuoi racconti fatti di tanta semplicità ma sei ancora così giovane che di ricordi ne accumulerai ancora a volontà...
    Tenera poesia!
  • Anonimo il 12/03/2012 15:00
    Molto bella. A volte, il vortice dei ricordi ci riporta indietro nel tempo e vorremmo tornare bambine per rivivere tutto: i giochi, le carezze, l'innocenza di quegli anni. Rimangono solo i ricordi e tanta nostalgia, perchè il tempo divora tutto. ciao
  • Gianni Spadavecchia il 12/03/2012 14:33
    Astrattamente il tempo vi ha diviso ma il pensiero rimane forte ed indelebile nella mente. Col tempo si sbiadisce ma rimangono forti emozioni. Sfogo sanissimo!
  • Anonimo il 12/03/2012 12:27
    cara rosanna questi ricordi appartengono un po' a tutti noi...
    molto bella e dolce questa tua... un bacio