accedi   |   crea nuovo account

Sacrilegio

Nessun Dio
ha mai dettato
leggi di odio,
affidando il Logos
alla spada;
eppure ancora oggi
Musulmani e Cristiani
si scannano fra loro
in nome di un Dio
vendicatore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ivano Boceda il 12/03/2012 13:02
    "Sei ancora quello della pietra e della fionda, uomo del mio tempo", scriveva S. Quasimodo. Diciamo che tutte le idee, anche le più nobili, compresa quella di Dio, non potrebbero affermarsi e svilupparsi senza la concretezza di un'organizzazione che in quanto tale e proprio per la sua funzione si muove entro logiche competitive e di potere.

18 commenti:

  • mariateresa morry il 14/03/2012 08:34
    Ragoshin, pur essendomi molto simpatico, il tuo è un pensiero discretamente qualunquista, nessuno ha mai visto nell'esercito USA un portatore di valori cristiani nè tanto meno lo ha incaricato di questo... comunque non ho voglia di polemizzare in web.. soprattutto sulla mia Fede..
  • Anonimo il 14/03/2012 00:18
    Poi sulla tua affermazione che tutte le confessioni cristiane professano la pace e la pacificazione, permettimi di nutrire grossi dubbi.
  • Anonimo il 14/03/2012 00:15
    Io non ho nessun livore. Poi, se vuoi proprio un esempio pratico, te ne posso fare centinaia. A cominciare dalle bombe intelligenti dell'esercito americano in iraq, afghanistan (americani, cattolici, protestanti, comunque cristiani), potrei parlarti dei campi di concentramento in croazia gestiti da frati francescani. Io non ce l'ho con la religione cristiana, semmai con tutte le religioni, che sono sempre state causa di guerre e dolore, e non sono io a dirlo, ma la storia. Vorrei avere tutte le tue certezze, però prima di giudicare come ha fatto ellebì, io mi informerei un po' meglio. Comunque io non devo dimostrare nulla. Ho solodetto il mio pensiero.
  • Ivano Boceda il 14/03/2012 00:02
    bah, il discrimine tra credenti e atei ha a che fare con la fede e il credere: c'è chi si sente più rassicurato se si affida a una trascendenza (sarebbe più corretto dire a un essere trascendente), e chi pensa che gli basti la sua ragione e la relazione con gli uomini. Il giudizio sulle persecuzioni, sulle stragi e sulle guerre segue invece altre strade. E spesso la religione è una "coperta di decenza" per nascondere altri interessi.
  • mariateresa morry il 13/03/2012 23:32
    Alla fine di queste discussioni, provocate involontariamente da chi pensa di mettere un semplice pensiero, come immagino abbia inteso fare Don, risulta: che noi cristiani credenti e praticanti siamo ritenuti fautori di chissà quale fronte antagonistico e beluino ( quando tutte le chiese cristiane, e dico tutte le confessioni cristiane) propagandano pace e pacificazione, mentre i non credenti o atei si arrogano il diritto di puntare il dito, quasi non c'entrassero nulla... non so davvero a che cosa porti tutto questo livore..
  • mariateresa morry il 13/03/2012 22:56
    Ragoshin, dai le notizie certe o taci, credo... inutile buttare là qualche gratuita disinformazione. Dicci quali giornali e con quali fonti.
  • Anonimo il 13/03/2012 22:11
    per quanto riguarda il discorso di ellebi, purtroppo denota una scarsa conoscenza della storia, parlo di quella attuale. I cristiani, si difendono e scannano a loro volta esattamente come al tempo delle crociate. Solo che qui non ne parlano. Ma se leggeste i giornali di altri paesi, allora sapreste.
  • Anonimo il 13/03/2012 22:07
    Premetto, la poesia mi è piaciuta tantissimo, anche se, secondo me, limitare il problema ai soli musulmani e cristiani, mi sembra riduttivo. Le religioni, TUTTE le religioni, sono sempre state uno strumento nella mani del potere, create per gestire il potere. E sono state troppo spesso cause di guerra, morte e sofferenza (anche l'induismo, l'ebraismo e tutte le altre), Non so e non sono in grado di sapere che cosa possa aver detto dio, qualsiasi dio, ma so che comunque cosa abbia detto, se l'ha detta, è stata poi riportata da uomini, con tutte le conseguenze del caso
  • loretta margherita citarei il 12/03/2012 20:45
    il problema è che usano la parola di dio solo per assecondare ed avere il potere, bella
  • Anonimo il 12/03/2012 15:20
    bah, non condivido per nulla il discorso di Ellebi, che mi sembra alquanto emotivo e superficiale, oltre a non tenere conto della specificità del "contesto e del momento storico" in cui viviamo: basterebbe Srebrenica a stabilire la contabilità delle vittime e dei carnefici. E non mi sembra che esistano eserciti di paesi musulmani che occupano "manu militari" i paesi della cristianità. Per i "diritti unani", compreso l'esercizio di una maggiore tollerenza, è um portato dell'Illuminismo e della Rivoluzione francesee, in ultima analisi, della civiltà industriale: il confine passa tra quei paesi che in un modo o nell'altro c'hanno avuto e che fare e quelli che sono rimasti estranei a quel processo. Ma è un discorso complicato e contraddittorio.
  • Vilma il 12/03/2012 14:09
    ottima riflessione in questi versi
  • mariateresa morry il 12/03/2012 14:01
    Concordo con il civilissimo discorso di Ellebi...
  • Ellebi il 12/03/2012 13:49
    Vorrei saperlo dire con la massima umiltà: in questo momento e contesto storico i cristiani, nel mondo mussulmano, sono soltanto scannati e certo non si vendicano, non avendone neanche la possibilità. Al contrario, l'Islam, pure quello radicale, gode all'interno della civiltà occidentale di diritti impensabili nei propri paesi; e la civiltà occidentale non è il cristianesimo e tuttavia quei "diritti, umani e politici" di cui giustamente a volte si vanta, sono espressione in misura non infima della civiltà cristiana. Saluti cordiali.
  • mariateresa morry il 12/03/2012 13:08
    Cercherò il versetto che dici Vincenzo... di certo ci sarà una spiegazione...
  • Vincenzo Capitanucci il 12/03/2012 12:53
    Spaccate sulla roccia la testa dei bambini di Babilonia... purtroppo sono frasi presenti nelle Sante Scritture... e bisogna saperle leggere con molta cautela...

    Bravo Don... purtroppo Ebrei Musulmani e Cristiani... a parte un breve periodo in Spagna... si son quasi sempre combattuti fra di loro... per non aver saputo leggere... l'Amore... da un sacro leggio... son caduti in sacrilegio...
  • mariateresa morry il 12/03/2012 12:31
    Mi chiedo come faccia Dio ad amarci, visto quanto siamo stupidi!! grazie per la rilessione!
  • Teresa Tripodi il 12/03/2012 12:26
    è la maschera più semplice che nasconde la crudeltà dell'uomo... ottima riflessione Don
  • Anonimo il 12/03/2012 12:24
    hai ragione purtroppo si sono combattute e si combattono guerre in nome Suo... e questo non è giusto è un Dio d'amore e non di odio e di guerre... bravo Don

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0