accedi   |   crea nuovo account

paura

Travolto da un gelido vento,
l’infinito cielo sta impassibile
Non ode il grido lacrimoso della DISPERAZIONE
non si cura del freddo che lo svuota
L’unico suo conforto è il tormento del mare ormai
stanco di una sofferenza che lo Avvolge
e lo avvilisce
ma ecco che trova il coraggio di buttare
fuori il suo Odio il suo Patimento
si dimena, si ingrossa si imbestialisce
Ma soprattutto GRIDA.. GRIDA.. GRIDA…
Un grido senza speranza
Sconfortato
Inconsolabile
Sfiduciato
Miserabile
Forsennato
Un male oramai incurabile
alimentato da un vento avverso
che lo ciba e lo divora
Un maledetto vento che non risparmia
neanche i timidi granelli di sabbia di un lido sconosciuto
Li travolge, e li rimescola con non curanza
Con indifferenza
E nel baratro di questo tormento tu
INDIFESA, IMPAURITA, PALLIDA
È evidente il tuo smarrimento
È irrefutabile la tua angoscia
Nessuno accudisce il tuo sgomento
Sei sola con il tuo snervante spasimo
Con quel malefico vento che affanna
E sostenta il tuo soffio vitale
Che travolge il tuo spirito
Ma soprattutto la tua vita

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • sara rota il 04/12/2007 13:35
    La solitudine vista come malattia che di tutto si ciba!? Un po' troppo inquietante, certo per i miei gusti.
  • Gabriella Brancaleone il 28/11/2007 13:24
    Potrei definirla ermetica al punto giusto.. Lascia spazio a tante riflessioni
  • Luca Calabrese il 23/07/2007 14:35
    Spesso dall'angoscia, lo sgomento la paura, ingenerale il mio essere interiore turbato mi rattrista mi sconvolge. Non smetto di sognare perchè i sogni stanno alla base del coraggio... anche quello di volare... ed io quando scrivo o parlo della potente berlina blue o della principessa, oso volare altissimo... al punto di dimenticare la terrà com'è fatta... spesso di angosce e paure... Tvb cinzia. Ciao
  • Stella La Rosa il 19/06/2007 11:42
    Un brivido, un'emozione, e una speranza nella tua poesia.
  • laura cuppone il 15/06/2007 13:32
    Descrivi la tua paura senza speranza e nel pieno della sua consapevolezza, ancora... poi... poi...
    Cara Cinzia, vola in quel vento e non farti ingannare... non l'afferri... ma esiste... In sostanza... non sei sola...!! Ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0