accedi   |   crea nuovo account

Universo

Distese di stelle
assaggiano il suono
un silenzio
che sa di vuoto.

Un vuoto
che da fiato
solo alla paura.

L' incanto, vestito di nero
è pronto a danzare
sopra scie di luci
che si perdono in se stesse.
   
In un abisso scuro
tra chiarori dispersi
e folgori fiammanti
galassie scintillanti
ti cullano
in un dondolio muto.

E lo spazio padrone
muove le sue orbite
giocando con la notte
e contando le sue stelle
i suoi piccoli tesori luccicanti.

Immersi in un buio
che sorride,
solo alla speranza
di una luce senza confini.

L’ultimo respiro
lungo e profondo

Uno straziato secondo
di lucido futuro
oltre il nulla

Dove i miei piedi
ritoccano la terra,
sempre troppo ferma.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 21/04/2008 03:35
    Universale

    v
  • CATERINA CARRASSI il 06/09/2007 17:17
    mi piace il contrasto universo/vuoto...
  • augusto villa il 23/07/2007 22:46
    mi piace come l'hai scritta ed è carica d'immagini inquietanti... che ci fanno sentire così piccoli... Ciao!
  • sara rota il 21/06/2007 16:25
    Mi è piaciuta... l'universo nella sua immensità...
  • Duccio Monfardini il 17/06/2007 18:06
    non mi è piaciuta granchè. hai scritto, a parer mio, opere migliori. ciao, duccio.
  • roberto mestrone il 16/06/2007 11:02
    Proprio... l'Universo!!
    Carino il finale.
    Bravo Adriano!
    Ro
  • laura cuppone il 16/06/2007 09:40
    bella... silenziosa... scura e profonda... L
  • Adriano Di Carlo il 16/06/2007 00:21
    ma è l'universo, più sospesa di quello...
  • alberto accorsi il 15/06/2007 21:29
    La trovo un po' troppo sospesa... astratta.
    (inoltre è da allineare il primo verso)

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0