accedi   |   crea nuovo account

Cenere di luna

Tu che calpesti l' erba
a piedi nudi, su sabbia
rovente perchè non
vedi il niente

Tu mio fiore di glicine
che sboccia sotto la pioggia
e non smette di gridare
il suo amore perchè

dire tradire
mi fa stare male perchè
queste parole
sono solo

cenere sulla tua testa, cenere nei pomeriggi
cenere ritorneremo in polvere
riempi questa vasca e gettati nel vuoto
dell' acqua che si crea sotto il tuo corpo
la luna
illumina pareti acustiche di suoni dal cuore
di cenere ritorneremo a scorrere

malinconici sorrisi abbracciano
pianure infinite di porpora
se te ne andrai solo un istante
non fuggirò, poi esploderò in

cenere sulla tua testa, cenere nei pomeriggi
cenere ritorneremo in polvere
riempi questa vasca e gettati nel vuoto
dell' acqua che si crea sotto il tuo corpo
la luna
illumina pareti acustiche di suoni dal cuore
di cenere ritorneremo a scorrere

tu che calpesti l' erba, nel giardino
della strega, stai attenta alla verità
in terra
non torneremo più

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • laura cuppone il 16/06/2007 09:47
    carpe diem... e cenere alla cenere... bella ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0