username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Don Aurotte de Lezzignac

Le luci dell`alba?
Fari abbaglianti
che impongon abito
alla mia nudità.

Un rito mattutino
tra alte barriere,
ramazzate di sogni
e trionfi d`omertà.

Con l`elmo e la spada
una pugna continua,
certame violento
per la mia libertà.

Ti sfido giorno,
sperando in un nume
che tenga nascosta
la mia fragilità !

 

2
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/03/2012 09:19
    una poesia scritta in quartine visive come fotogrammi. bellissime metafore... semplice di quella semplicità di chi ha raggiunto una maturità artistica attraverso le pagine della sua vita. quelle che scorrono come l'acqua e non solo...

6 commenti:

  • Alessandro il 15/03/2012 23:53
    Epicità d'altri tempi in una lotta senza tregua. Piaciuta
  • loretta margherita citarei il 15/03/2012 17:32
    ben scritta bravo amicuzzu
  • stella luce il 15/03/2012 14:51
    sfidare con la spada tutti i nostri giorni... bella Auro
  • Alèd il 15/03/2012 11:00
    Avanti tutta! ti sfido giorno...
  • senzamaninbicicletta il 15/03/2012 09:55
    bellissima espressione poetica, la condivido e con essa anche il tuo spirito. Bravissimo complimenti
  • anna rita pincopallo il 15/03/2012 09:48
    mi piace molto bella bravissimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0