PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Preda

Non c'è luce
che fenda
la polvere oscura.

Eseguo la danza
nella cacofania
di voci

sprezzanti
tracotanti
feroci
minacciose

Si risveglia il desiderio
d'esser cacciatore.

 

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Grazia Denaro il 25/05/2012 14:40
    Non si può essere sempre preda... ad un certo punto scatta il desiderio d'esser cacciatore per non essere sempre colui che subisce. Una bella lirica che fa riflettere!
  • Alessandro il 16/03/2012 00:34
    L'uomo cacciatore, un desiderio primordiale che riaffiora sempre, perché questa società moderna, in fondo, non è altro che una nuova catena alimentare.

2 commenti:

  • augusto villa il 23/09/2013 00:09
    Eh sì... La pazienza ha un limite...
  • Vincenzo Capitanucci il 16/03/2012 04:30
    Da preda... predata... a Cacciatore... inevitabile desiderio...

    Bellissima Michelangelo... non c'è luce che tenga...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0