username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Drop

Vite senza preamboli,
tra voci roche e nebbia
di sigaretta.

Rivoli di magma
ci attraversano veloci
sciogliendo la neve
sporca della primavera.

E una sguaiata felicità
erutta, come vomito
dai colori sgargianti,
come musica elettrica
nella quiete della morte.

Brevi momenti di lucidità,
e poi perdersi
come piscio nel fiume,
come il fiume nel mare.

Nell'attesa dell'alba
che illumina la polvere
e spegne i rumori.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • laura cuppone il 17/08/2013 17:19
    distruttiva... ma con un'alba a cui guardare.

    piaciuta!!!!
    laura
  • Alessandro il 22/03/2012 00:19
    Poesia schietta, fatta di suoni e immagini crude.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0