accedi   |   crea nuovo account

Cronaca nera

-Un panettiere ha fatto la doppia.
Cinico.
Il mio vomito nel cesso alla turca
Sconvolto
Il barista faccia contrita ridacchia
Sardonico

- Erano sorelle; sempre in coppia.
Capannelli sulla strada: voci basse
Sangue e piscio sulla scala sporca
-Su, al quarto piano. Una è morta;
aveva iniziato a sfotterlo perché...
-La morta? No, l'altra. Era nuova
lui voleva sempre la stessa donna.
Al terzo allarga a pozza la macchia
di sangue e di urina, c'è una porta
segnata, sembra che lei graffiasse
disperata quell'uscio perché aprisse
L'hanno guardata dallo spioncino,
poi hanno telefonato alla polizia

Sardonico appoggia un bianchino
rosseggiante al bancone; Cinico
post proto raggiunge il suo bere
spruzzato al Campari, - È notizia
da prima pagina. Tu non chiami?
Sconvolto, negli occhi il cadavere,
esco e aspetto il collega per strada.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • mauri huis il 01/04/2012 10:53
    Lettura impegnativa. Interessante ma impegnativa, almeno per me che non ho un gran quoziente. Eppure alla terza lettura, chiaritomi il proto, ho capito di cosa stavi parlando. Scommetto non te l'aspettavi, eh? E infine mi è anche piaciuta, tiè. Saluti al cinico e sardonico, altro che sconvolto!
  • Anonimo il 26/03/2012 14:22
    scritta molto bene... cronaca nera... quello che mi ha sconvolto è l'indifferenza "graffiava una porta" ... ed anche il fatto che a certe scene non si fa mai l'abitudine... bravo Ivano

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0