accedi   |   crea nuovo account

VORREI ANDARMENE A TE ABBRACCIATO

VORREI ANDARMENE A TE ABBRACCIATO


Vorrei andarmene a te abbracciato,
fingermi un poco meno disperato.
Allunga la mano, potrai amarmi non invano.
Guardati intorno,
della luna ricerca il contorno.
Rammenta le notti che giocavamo a restar svegli,
le notti che bramavano futuri appuntamenti,
le illusioni, le palpitazioni,
gli abbracci, l’amore,
la passione: perché no?

Pecco se ora chiedo di andarmene a te abbracciato?
Che cos’è la morte in fondo?
Ti sei staccato dal girotondo,
uno, due, tre…enumeri i giorni del distacco
non cercare gli orari del ritorno,
il viaggiatore se ne partì senza valige
se ne andò fors’anche affamato,
non cercarlo nelle stanze della tua casa,
non cercarlo dove il gatto fa le fusa
ed il vento allontana le nuvole dal cielo,
allontana i petali dalle rose,
allontana i tramonti, allontana i ricordi:
il nostro amore è su,
finito accanto a Gesù.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • laura cuppone il 17/06/2007 18:08
    Il tuo Amore ti abbraccia ancora... amara e triste forse la sua materiale assenza... ma viva e lucente la sua presenza... prega e ama
    e abbraccia il tuo sentore... non sei solo... proprio no!!! ciao L
  • sara rota il 17/06/2007 17:31
    Bella e commovente, davvero bravo. Mi è piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0