accedi   |   crea nuovo account

mi piaceva

Ho lanciato
un sasso nel ruscello
per vederlo affondare
ero bambina
e mi piaceva giocare

Ho lasciato cadere un seme
nel mio grembo
per vederlo crescere
ero donna
e volevo tra le braccia
un figlio da cullare

Ho raccolto i miei ricordi
in una stanza
per averli vicino
sono vecchia
e la paura di rimanere sola...
l’unica mia compagna.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • roberto mestrone il 17/06/2007 22:58
    Molto ben dipinti i tre ''quadretti della tua vita''.
    per il terzo concordo con Laura:
    non puoi rimaner sola con tutta questa tua delicatezza. Puoi starne certa!
    Ro
  • laura cuppone il 17/06/2007 18:10
    cerchi concentrici si dilatano ancora al lancio dei tuoi sassi nello stagno... e s'inseguono e non si dissolvono...
    bella e nostalgica...
    come pretende una tale sensibilità di restar sola?
    tutto ti contiene... ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0