accedi   |   crea nuovo account

Scivola lentamente

Occhi socchiusi coperti da velo,
corpo immobile e sguardo allo specchio.
Mi penetro dentro, nel profondo
ma non c'è via d'uscita
-soffocato il mio grido-

Due passi indietro
braccia penzoloni lungo il corpo inerme.
Alla fredda parete mi appoggio.

Scivolo... lentamente...
unica compagna di solitudine
la lunga ombra nera riflessa sul pavimento.

Raggomitolata a voler proteggere
il cuore innamorato che non sente ragioni,
sordo, cieco e muto
come mendicante elemosina
amore, affetto e parole.

Nel pensiero di te
lenta processione di goccie salate
scivola.

 

l'autore Vilma ha riportato queste note sull'opera

Scusate ma il titolo è "Scivolo lentamente"
Ho notato che non si può correggere il titolo.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 14/02/2014 03:29
    Molto apprezzata.. complimenti.
  • tylith il 02/04/2012 23:55
    Una grande poetessa che riesce sempre a colpire nel profondo, queste parole, il video, la musica mi hanno aiutato a capire quello che avevi dentro e che volevi dire ai tuoi lettori. Ma sei troppo profonda e a volte noi riusciamo ad arrivare solo a sfiorare la superficie delle tue parole, mentre sono gli abissi quello a cui tu aneli. Li ho percepiti, ho sentito il gelo della solitudine e della delusione di tutte le aspettative in una unica frase:
    " Due passi indietro
    braccia penzoloni lungo il corpo inerme."
    Qui, per me, è racchiusa tutta l'essenza di questa poesia che arriva violenta sul viso e non puoi far altro che raggomitolarti se non vuoi perire dal dolore di un amore che ha completamente illuso la donna protagonista di questa tua suprema poesia.
  • Anonimo il 24/03/2012 21:49
    Bella e struggente Vilma

12 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 26/03/2012 14:44
    Peccato per il titolo, ma ottimi versi. è il contenuto che conta
  • stella luce il 26/03/2012 14:33
    Due passi indietro
    braccia penzoloni lungo il corpo inerme.
    Alla fredda parete mi appoggio
    ... versi che sento molto vicini... queste goccie salate smetteranno di scendere...
  • mauri huis il 25/03/2012 19:12
    Molto bello anche il video!
  • mauri huis il 25/03/2012 19:09
    Momento di sconforto intimo e personale. Ed è dentro di te che devi cercare la via d'uscita. In una finestra che forse non hai ancora aperto o magari non ancora chiuso. Complimenti e coraggio.
  • DOMENICO FRUSTAGLI il 25/03/2012 14:57
    Bella e intensa... complimenti.
  • Anonimo il 25/03/2012 14:28
    Bellissima... anche il video... Brava!!!!!
  • Teresa Tripodi il 24/03/2012 23:48
    Immagini chiare e ben definite... che scivolino via assieme alle lacrime...
  • leopoldo il 24/03/2012 19:47
    Bella e struggente Vilma!
  • Rocco Michele LETTINI il 24/03/2012 18:59
    Il mio plauso a questa Tua nuova... VIL_MA... BUO_NA_DO_ME_NI_CA
  • Anonimo il 24/03/2012 18:54
    molto bella vilma il la condizione di sofferenza per un amore finito... molto toccante.. baci
  • Vincenzo Capitanucci il 24/03/2012 18:46
    Bellissima Vilma... il cuore non s'arrende mai... ha occhi più lungimiranti dei nostri...
  • loretta margherita citarei il 24/03/2012 17:56
    quanta sofferenza in questa bellissima poesia, tornerà il sole, sempre basta crederci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Il video di quest'opera -