username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Limbo

Femminili umori
come tracce di fumo
disegnano un volto in netto contrasto
di quanto riflesso dal freddo specchio.

L'anima trema, vorrebbe amare,
si rintana nella sua ombra,
miniato narcisistico effetto,
distratta da riti oziosi ossessivi.
Diacroniche ambigue visioni, senza arredi,
cattura d'altri orizzonti,
in alterata percezione, fodera privata enclave,
tracciando ardite prospettive
in serie illimitata di lattescenti visioni
deriva di una vita dal ritmo increspato
ordinata dal tempo in condensata noia.

Pensieri, spenti come esausti neon,
esaltano illusioni tessuti in stretta trama,
come rivoli desolati di pioggia leggera
scorrono su nero asfalto sospeso nella mente,
lampi obliqui sgranano diafane foto,
senza freno appaiono sul freddo schermo.

È solo un sussurro privo di spazio
a celare la fragilità riflessa dal reale,
dispersa in un fondotinta, dal rosa pigmento,
nell'inutile tentativo d'appartenenza,
si accovaccia oramai insensata
in un backstage rituale
nella ricerca d'altra impossibile realtà.

 

3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • agave il 25/03/2012 14:06
    complimenti, leggo in questi versi scritti sapientemente di un ripiegamento su di sé funzionale ad evitare la forte componente emozionale.

4 commenti:

  • Rocco Michele LETTINI il 25/03/2012 19:14
    STU_PEN_DA nel suo decoroso stile di poesia moderna e nel linguaggio fluido et pregevole...
  • Anonimo il 25/03/2012 19:06
    Capacità introspettiva non comune e scritta meravigliosamente!
  • Anonimo il 25/03/2012 17:31
    Bella complimenti... apprezzata!!!!
  • loretta margherita citarei il 25/03/2012 16:45
    molto profonda apprezzatissima poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0