username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Si è spento il sole

se ti riprendessi con me
azzerando il debito morale
contratto nei miei confronti,

in quelle mie lacrime di disperazione
sapendomi da te abbandonata
per correre da lei,

tu che allora, con disprezzo,
lasciasti la strada sicura
del mio amore per avventurarti
nel suo bel, giovanile corpo,

sarebbe per me
come cucire una toppa
su un vestito liso,
oppure
riparare con assi nuove
lo scafo di una barca
fallato dalla tempesta.

Naufragio sicuro, lacerato tessuto,
sarebbe il ricominciare...
preferisco voltarti le spalle
come tu facesti allora.

Ed anche se più
con alcuno ritrovassi
la gioia di amare, non tornerei mai da te.

Lacrime di coccodrillo
le tue.

Si è spento il sole,
vano tentativo
il tuo, di offrirmi la luna.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 25/03/2012 23:00
    Un cuore che parla, che piange. Ottima!
  • Rosy Rosalba Piras il 25/03/2012 20:04
    TRISTE MA MOLTO PROFONDA E INTENSA
    AMARE E DIFFICILE
    COME LO È PERDONARE
    MA A VOLTE È MEGLIO PERDERLE CERTE PERSONE
    VIVA L'AMORE VERO E SINCERO
  • Rocco Michele LETTINI il 25/03/2012 16:00
    Si è spento il sole ed oscuro è l'immenso... e lo sgorgare lacrime un coccodrillo... è solo simulare un rimorso... Loretta ancora e sempre piacente il Tuo verseggiareee!!!
  • agave il 25/03/2012 13:57
    "lacerato tessuto,
    sarebbe il ricominciare..."
    molto apprezzata questa poesia da cui traspare un grande rammarico che da me viene colto pienamente hai infatti tutta la mia comprensione... anche se di solito non scrivo niente di ciò nei miei commenti, volevo rassicurarti: se ci apriamo al mondo esso ci può rispondere anche con un nuovo amore :*
  • rosanna gazzaniga il 25/03/2012 12:58
    Una accorata ribellione, nonchè una rivincita su atteggiamenti che offendono la dignità di chi, giustamente, non ritiene di essere un oggetto che si depone in un cassetto per poi riprenderlo quando garba. Intensi versi, che trasmettono fortemente questa sensazione di dignità offesa. Complimenti, molto apprezzata!

13 commenti:

  • Attanasio D'Agostino il 25/03/2012 21:09
    hai declamato... momenti di vita con parole eccellenti
    la chiusa sa, di poetico fare un abbraccio sorellina Lucia e Tanà.
  • Inchiappa Vito I Song il 25/03/2012 19:53
    Un sole che si spegne era acceso davvero?
    Comprensibile e condivisa la tua dolorosa rsispota.
    Brava Lor
  • Anonimo il 25/03/2012 19:48
    Condivido il tuo pensiero Lor... la dignità e la fiducia prima di tutto!
    Stupenda poesia!
  • Domiziana Gigliotti il 25/03/2012 18:32
    Condivido pienamente il senso profondo di questi versi... Apprezzati.
  • Anonimo il 25/03/2012 18:26
    Hai ragione amica mia, ma attenta a girargli le spalle... potrebbe colpirti da dietro-
    Bravissima Lor Margh Cita!
  • Anonimo il 25/03/2012 17:46
    Molto bella... coinvolgente ed emozionante... apprezzata...
  • denny red. il 25/03/2012 15:36
    Il stare e il non stare, non stà, e allora.. è finita l'ora, l'orologio non funziona più, le lancette si son fermate, non è più tempo.. vai, vai dove c'è il tempo... qui il sole si è spento, vai e.. non voltarti, non cercare.. stai dose sei, qui non c'è più tempo, non c'è più ora, il sole si è spento. Intansa... Lory, Ben Scritta! Brava!
  • augusta il 25/03/2012 14:50
    la poesia è tutta bellissima, ma la chiusa è quella che preferisco.
    e cmq...è da rileggere di continuo, non stanca anzi...è da mettere in bacheca... grazie.
  • DOMENICO FRUSTAGLI il 25/03/2012 14:40
    La dignità non bisogna mai perderla.
    Non bisogna tornare indietro neppure per prendere la rincorsa.
  • ignazio de michele il 25/03/2012 14:23
    una stesura di rara intensità emotiva... brava
  • Ellebi il 25/03/2012 13:43
    Ben detto, anzi, ben scritto. Saluti
  • Vincenzo Capitanucci il 25/03/2012 13:42
    Si è spento il sole... ed una pallida luna non può riaccenderlo...

    Brava L'Or... la gioia di amare... una volta tradita... non torna più a ornare le dita...
  • IGNAZIO AMICO il 25/03/2012 13:06
    "Si è spento il sole,
    vano tentativo
    il tuo, di offrirmi la luna"
    Finale alla grande per una poesia di grande forza, orgoglio e dignità. Complimenti, Loretta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0