accedi   |   crea nuovo account

E ciò che avevamo è andato tutto in polvere

Sempre la stessa strada

e sempre la stessa striscia bianca
che scompare sotto di me.

Intorno niente.

Solo viali alberati
luci
e volti in sfuggita.

Il mio amico dorme
nel sedile posteriore
dell'auto

lo sveglio e gli dico:
"Dobbiamo tornare indietro"

Lui mi risponde
con un filo di voce:
"Di nuovo?"

Sembra che non voglia.

Infatti abbiamo girato la macchina
siamo tornati indietro
e ciò che avevamo è andato tutto in polvere.

 

4
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 25/03/2012 19:40
    E sarà così anche della nostra permanenza terrena... STE_FA_NO come contraddirTi nella simpatia del Tuo verseggiare!!!

6 commenti:

  • salvo ragonesi il 27/03/2012 22:22
    ricominciare un nuovo percorso speriamo sia quello giusto piaciuta. salvo
  • STEFANO ROSSI il 27/03/2012 17:53
    si, GIANNI VOLEVO CHE FINISSE COSI QUESTA.
    IL "CONTINUO" (se cosi si può definire) è un'altra poesia dal titolo IMPERTERRITA è LA NOTTE" la trovi qui. fammi sapere.
  • Gianni Spadavecchia il 27/03/2012 15:58
    Letta con attenzione.. Dovrebbe esserci una continua secondo me, non può finir così.
  • STEFANO ROSSI il 26/03/2012 12:31
    Grazie dei commenti, si come dice Rocco c'è dell'ironia in questo testo ma non solo e penso che Salvatore abbia afferrato in pieno ciò che volevo dire, ringrazio tutti. a presto.
  • Salvatore Di Trapani il 25/03/2012 22:50
    Stupenda, sul serio. Tu e il tuo amico, chiunque esso sia (una persona o una semplice parte di te) siete costretti a tornare indietro e a perdere ciò che avevate fino a quel punto. Mi ci ritrovo in tutto e per tutto
  • loretta margherita citarei il 25/03/2012 20:15
    molto apprezzata complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0