accedi   |   crea nuovo account

La parola!

Esprimiamo noi stessi.

Quale disparata interpretazione

corrisponde

al vero sentire del suo pronunciatore

in quell'istante

nel quale le dà vita?


Chi sa leggere l'animo

del suo creatore?


Chi può vedere l'emozione

con i suoi stessi occhi?


Tu,

chiunque sia,

non conoscendomi

non puoi riconoscerti

in me.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 28/03/2012 12:43
    Non per niente oggi si parla dell'Arte dell'ermeneutica...

    per leggere completamente ed interpretare giustamene.. l'animo del creatore... bisogna avere i Suoi stessi occhi... aver vissuto le Sue stesse esperienze... dunque la risposta è nessuno... per quanto le parole dell'Autore... possano essere limpide e chiare...
  • Inchiappa Vito I Song il 27/03/2012 13:58
    La parola di ciascun individuo è intesa da altri nel modo in cui ognuno la percepisce.

    Come il verbo di Dio, sentito e poi trascritto a proprio modo da chi ha avuto trasmessa la Sua leggenda è stata, è e verrà interpretato e diffuso ad un numero imprecisabile di ascoltatori che, a loro volta, elaborano propri diversi pensieri e dicerie.
    Tanti Dei quanti individui avranno abitato il pianeta Terra fino alla sua scomparsa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0