accedi   |   crea nuovo account

Lontano

Ho voglia di volare con le mie ali
ho voglia di scappare
di non farmi prendere
ho voglia di volare via
lontano,
lontano,
lontano,
longe,
longe,
longe,
è muitas sao as linguas
que eu falo,
muitas vezes
me paro a pensar
em ti,
em nos,
na vida,
no mundo,
desencato-me nas palavras
de amor
e no silencio da vida
encontro todo o mundo

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/04/2012 14:15
    non so se è per lo spagnolo, ma non solo, anzi è solo per la tua bravura, davvero molto musicale!
  • Anonimo il 28/03/2012 05:55
    wow.. ora mi diventi pure portoghese..
    ma che brava..
    condivido ogni parola del tuo testo..
    complimentoni
  • Don Pompeo Mongiello il 27/03/2012 19:38
    Per quanto la nostra lingua è musicalissima, questo portoghese veramente non è da meno.

14 commenti:

  • tylith il 02/07/2012 15:31
    Bellissimo è anche il tuo commento a questa mia raccolta di emozioni che in maniera molto naturale sono passati dall'italiano al portoghese provocando in te le sensazioni che esprimi in maniera così profonda, bello e importante anche il rimando ai Madredeus.
  • mario durante il 30/06/2012 16:17
    Il passare dalla musicalità della lingua italiana alla poetica dizione della lusitana è naturale, l'italiana è immersa nella storia del mare del bacino mediterraneo, multiculturale dalla continua osmosi, la lusitana sospinta verso i confini aperti delle colonne d'ercole, su vie sconosciute e tutte da scoprire come da scoprire è la storia futura di noi uomini.
    Bellissima, da Madredeus.
  • Don Pompeo Mongiello il 29/05/2012 18:58
    Mi pare che ovunque lo centurione è presente, quindi ti prego di scrivere di più. Il talento non ti manca davvero!
  • tylith il 25/05/2012 15:09
    Vincenzo, bella e unica la sensazione che ti ha regalato la mia poesia, grazie per averla condivisa!
  • vincent corbo il 25/05/2012 14:21
    Ci ho visto una trasformazione, un gabbiano che allontanandosi dalle cose si trasforma in un angelo e questo cambiamento è evidenziato dal passaggio dall'italiano al portoghese. Nel modo più naturale possibile, senza traumi.
  • andrea piumedoca il 31/03/2012 21:37
    Senza parole... ho chiuso gli occhi e... ho sognato. Grazie.
  • Anonimo il 29/03/2012 16:49
    Bellissima, complimenti!
  • Gianni Spadavecchia il 28/03/2012 17:02
    Tu, lui, voi, insieme per la vita, nel mondo.. Tenere parole. Vuoi volare lontano, partire.. molti lo vorrebbero. Ciao!
  • tylith il 28/03/2012 14:59
    Voglio ringraziare tutti per gli splendidi commenti a questa mia poesia per metà straniera, anche se per me la terra lusitana è una mia seconda patria e il portoghese lo sento sulla pelle e i suoi suoni accarezzano la mia anima.
  • Aedo il 27/03/2012 23:49
    Il sogno può condurci lontano, dove tutto è possibile...
    Poesia bellissima, resa ancora più suggestiva dalla combinazione linguistica tra italiano e portoghese. Complimenti!
  • Anonimo il 27/03/2012 21:33
    letta... metabolizzata... immaginando i suoni delle lingue... e immaginando i luoghi dove voler andare, scappare... in quell'attesa che non puo' finire e che ci fa vivere.
    Bravissima e originale...
  • Don Pompeo Mongiello il 27/03/2012 19:31
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua tanto bella!
  • tylith il 27/03/2012 15:08
    Ciao Augusta, hai sbagliato ma di poco è portoghese
  • augusta il 27/03/2012 14:15
    todo bien... tylith... vado a caso è spagnolo... 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0