accedi   |   crea nuovo account

Il respiro dei tuoi occhi

Riconosco i colori ed i venti
e gli orizzonti e i fili d'erba
delle pianure sconfinate
e di tundre mai del tutto esplorate
nel profondo respiro dei tuoi occhi.


Lungo il tuo profilo
- che incrocio volutamente e sovente
ogni volta che posso o che il fato mi concede -
corrono selvagge reminiscenze d'amazzone
e sussurri e grida di spazi lontani.

Al lento, ancestrale, ondeggiamento
dei i tuoi pendenti d'oro
io mi inginocchio
come davanti alla regina nomade che tutto a sé asservì


e nell'anima provo
- al pari di fuoco che divora -
il dolore dei centomila cuori
che il solo transitare del tuo seno,
tra catene di monili ed il fragore dei tuoi capelli di rame e fiamme,
al tiepido vento del sud assassinò

Pazzo
mi rifugio tra le stanze della mia follia
e pronuncio il tuo nome in sillabe
per dilatarne il piacere.

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Salvatore Di Trapani il 27/03/2012 17:28
    Meravigliosa, soprattutto nel finale. Mi ha colpito molto la forma e l'impostazione del testo, si nota una continuità di discorso tra la terza e la quarta strofa, quasi come se fossero un unica strofa divisa in due, questa sensazione viene data proprio dall'iniziale minuscola nella quarta strofa.

3 commenti:

  • Anna Rossi il 27/03/2012 18:00
    complimenti! è stupenda!! lirica raffinata dallo stile elegante, eppur appassionatamente.. rappresentata
  • augusta il 27/03/2012 16:47
    pazzo mi rifugio tra le stanze della mia follia...
  • Rocco Michele LETTINI il 27/03/2012 16:45
    Sbalordito son dal sentimento infuso nei Tuoi versi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0