accedi   |   crea nuovo account

Di nuvole e di mare

Alla fine ha vinto il mare
ed io
su questa roccia 
che non riesco nemmeno a maledire,
strappo
petali di solitudine
alle tue rose blu,  
che senz'acqua lente appasiscono
com'io nella tua assenza.
Domani
mi sveglierò all'aurora
e da una cengia strapiombante 
spingerò lo sguardo 
a navigare 
scivolando lieve
sul mare di nuvole disposte
illuso di raggiungere
sull'altra sponda 
il porto sicuro delle tue braccia.

 

4
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • augusta il 28/09/2012 10:39
    bella e malinconica... e la chiusa è meravigliosa... 1 beso...
  • Anonimo il 27/09/2012 12:00
    Una lirica davvero delicata nelle poetiche immagini suggestive, poetiche e profonde, che arricchiscono il valore dell'intero messaggio trasmesso dall'autore con bei versi.
  • Ferdinando Gallasso il 29/03/2012 08:55
    Poesia stupenda, ricca di immagini suggestive.
  • loretta margherita citarei il 29/03/2012 07:29
    bella veramente bella
  • Alessandro il 28/03/2012 22:01
    Alla fine ha vinto la forza del mare, erodendo la roccia. Molto toccante

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0