accedi   |   crea nuovo account

Gesù cade per la seconda volta

Di nuovo le ginocchia
cedendo
e per uno strano gioco
di equilibri e pesi,
all'indietro
oh Tu Maestro di vita
cadi;
e la volta del Cielo
Ti si apre,
e nella luce
il Padre Tuo
misericordioso vedi,
e le forze tutte
riprendi.

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 29/03/2012 16:50
    Il castigo che noi meritiamo si abbatte per la seconda volta sul Cristo trafitto (per i nostri errori)... schiacciato (per le nostre colpe)... caricato della croce (per le nostre ingiustizie)... e intriso di accuse ingiustificate... di metro in metro, intravede l'Eden... intravede il Padre... E noi? Soli... nei nostri tormenti... Iper la Tua... Don Pompeooo!

2 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 29/03/2012 14:18
    in quel piegar le ginocchia... il cielo si apre alla visione del Padre...

    Bellissima Don... stai descrivendo la salita al Calvario... malgrado il dolore che ci porta in croce... in un modo meraviglioso... tappa per tappa... passo dopo passo..
  • Marhiel Mellis il 29/03/2012 12:30
    Bellissima... devo dire che hai colto l'immenso di un dono! Grazie!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0