PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Continuo

Dapprima camminando,
poi tradursi in corsa il respiro.

Conoscere nel brio l'espressione di vita,
seguire il profilo delle montagne
scendere rapido in collina
per riposarsi aperto in pianura lo sguardo,
trovando alto nel battito d'ali l'uccello farsi onda del mare.

Distinguersi quale parte del tutto e del tutto fare parte,
noi, insieme ognuno,
universo nel multiverso
con ogni granello preciso al suo posto nel caos,
centrifuga che nella fine sorridente abbraccia l'inizio
lo stesso io, in altra forma altri dove altri quando.

Sentirmi ora, sveglio, quale assoluto regalo dell'oggi
avanti nel mio frammento.
Continuo.

 

4
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Alessandro il 30/03/2012 15:32
    Noi, universo nel multiverso, un caos ordinato. Riferimenti spaziali, metafisici, dove ci accorgiamo di essere parte del tutto
  • Anonimo il 30/03/2012 09:46
    "Sentirmi ora, sveglio, quale assoluto regalo dell'oggi" ... Bellissimo -sentire- l'istante nel perfetto equilibrio, nella piena consapevolezza del divenire!
    STREPITOSA!!!!!! MG!!!
  • Regina Ghiglietti il 30/03/2012 09:19
    Ognuno di noi ha un posto, un perché e una "missione in questo mondo e sono precisi, non siamo nati per caso, facciamo tutti parte di qualcosa di più grande e quello che dobbiamo fare è scoprire la nostra "missione" e continuare ad andare avanti, cercando di essere felici e di fare felici quante più persone possibili... molto, molto bella Simone
  • roberto caterina il 30/03/2012 08:05
    Continuare a fare parte del tutto è un bel modo di sentirsi sveglio. Apprezzata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0