username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mal di denti

Dal nulla senza fare rumore
come spina nel fianco si insinua il dolore
torturatore addestrato e incallito
esperto malvagio e disinibito

Strano individuo codesto dolore
se sferra l'attacco non teme reazione
spacciandosi a tutti per amico fidato
costringe a soffrire il malcapitato

"Chi sarà mai ad averlo chiamato "
si chiede dolente così il torturato
che giunto a tal punto così avvilito
si siede in disparte già mezzo intontito

Ma non è giusto non v'è motivo
di stuzzicarlo proprio sul vivo
si prendano dunque i provvedimenti
per porre fine ai troppi tormenti

Mettendo in atto la controffensiva
ingerisce d'un fiato la medicina
che pone fine ai patimenti
facendo svanire così il mal di denti.

 

4
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 27/10/2016 08:48
    apprezzat... complimenti.

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0