accedi   |   crea nuovo account

Cor-n

Portato in volo
da una cicogna
dalla testa d'agnello

raggiunsi
la catena delle montagne del Mai

da lì
in un quadro surrealista
vidi
in fondo all'abisso

oltre le fiamme

la terra promessa dell'eden

tutto era perfetto
anche se non vi era più sole

tutta l'aria magicamente splendeva

ogni cosa ed ogni essere emanava la propria luce

essendo la via interna
ostruita da blocchi di basalto

in preda ad una vertiginosa trance genetica
mi buttai nel vuoto

nella caduta
il mio cuore si arricchì di una ennesima indefinita potenza

"Mater mantica"

scoppiando a me stesso
atterrai incolume vicino ad una fonte avvolto nel paracadute alato di uno splendido popcorn

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Sogni notturni


5
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 31/03/2012 00:32
    Che fortuan rientrar nel tuo profilo e poter leggere questo capolavoro di fantasia, sogno, passione, amore... diceva una vecchia canzone "Vincenzo io ti ammazzerò..." Sia mai, sei una persona dalla sensibilità e capacità espressiva superiore alla media!!!! Anzi, superiore alle scuole superiori, ai master e agli stage poetici!!!!!

2 commenti:

  • Rosa Maria Marongiu il 31/03/2012 00:37
    Grazie per il tuo bellissimo commento. Mi piace questo volo in sogno, con tocchi di ironia e fanciullezza,. Beh, dicevano Wordsworth e i romantici, solo i poeti e gli artisti riescono a sentire e vedere il mondo come i bambini. Non so se l'ho interpretata bene. E visto l'orario... Buonanotte!
  • Anonimo il 30/03/2012 17:51
    il cuore o COR-n... si arricchi all'n-esima potenza "Mater Mantica" scopppiando, ma atterrando incolume con un paracadute alato di pop corn... credo tu sia unico... proprio unico e grande poeta...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0