PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A voi camionisti

Recitiamo su strade ribollenti,
il copione di fatica e solitudine,
di un lavoro che ci tiene compagnia,
ogni chilometro
un tozzo di pane da assaporare,
pensiero di figli e mogli,
e il fardello in fondo anche dolce,
di un carico da trasportare,
tra le labbra di confini
che spesso profumano di lontananza.
Il nostro volante,
è un tenero amico fedele,
che mentre ci accompagna
nella missione di una nuova
ardua guida,
supplica sonno e stanchezza
di non avvolgerci nel loro mantello traditore;
qual vuoi possa essere la differenza,
se i nostri cassoni gravidi
di un vuoto mai davvero vuoto,
custodiscano barre d'acciaio,
scatole di pomodori,
automobili fiammanti
uscite da carezze di fabbriche laboriose,
noi a nostro modo,
la felicità siamo chiamati a trasportare,
ciò che felicità può regalare,
e che siamo stati chiamati a caricare.
Quando l'oscurità si fa bella,
per dare il cambio al chiarore
un'autogrill ci attende sorridente,
per esserci complice amorevole,
del riposo meritato e incombente;
nei nostri occhi regnano,
lo scintillio quasi mistico di una galleria,
e le profondità ancestrali dei viadotti;
siamo fieri, orgogliosi camionisti,
ma non ci chiamate soli,
indifferenti o tristi,
conosciamo e persino talora amiamo,
il rumore avvolgente,
di sveglie che sbuffano,
per ricordarci il sacro dovere del lavoro;
ci troverete sicuri e concentrati,
sulla pelle di mille autostrade,
scorgerete nell'angolo più recondito
delle nostre pupille in fondo bambine,
le lacrime che ci ricordano,
la maledizione di non poter vedere,
i nostri pargoli crescere giorno per giorno,
ci sorprenderete là,
dove doganieri severi
controllano le nostre identità,
ci vedrete a domare la rabbia,
per una maledetta gomma bucata,
e una consegna per questo ritardata.
E se in noi vi imbatterete,
tra le spire di un traffico bestiale,
vi prego,
non guardateci male,
siamo semplici, onesti lavoratori,
e anche noi abbiamo in sogno e nel cuore,
il nostro mondo di colori.

 

5
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 30/03/2012 18:55
    Un complimento per aver dedicato questa Tua poesia... a la moltitudine... che sudato porta a casa quel tozzo di pane...

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 30/03/2012 20:58
    mio fratello fa questo mestiere gliela mando via e mail sarà lieto di leggerla, grazie cristiano
  • cristiano comelli il 30/03/2012 19:37
    Sono lieto di questi apprezzamenti verso una categoria troppo spesso bistrattata. Ammetto che, qualche volta, mentre guidosull'autostrada e vedo uno di questi bisonti mi viene da dire "uffa ma che ingombro questi camion". Subito dopo, però, me ne pento e rifletto su quanto è stato detto da uno dei commenti, e cioè che, senza quei camionisti, noi non potremmo avere tutto il ben di Dio che abbiamo, è la loro attività copiosa, faticosa, seria che rende possibile tutto questo. E allora una lode a loro che non conducono certo una vita semplice, e fatta spesso di uno stipendio misero misero. Prendessero a lezione, alcuni dei nostri governanti, i sacrifici che fanno i camionisti. Almeno, forse, imparerebbero cosa significhi davvero lavorare. Cordialità.
  • Alessandro il 30/03/2012 19:17
    Il volante come un amico fedele, che accompagna la giornata campale del camionista, il cui compito e far giungere il carico a destinazione nel minor tempo possibile. Ciononostante, questa vita non tarpa loro le ali della fantasia. Apprezzata
  • Vincenzo Capitanucci il 30/03/2012 18:25
    Bellissima Cristiano... un lavoro molto duro... oggi un po' più regolamentato...(non voglio sapere quanti ore fai... o quanti punti perde sulla patente.. voglio che il carico arrivi... a destinazione... prima del mattino...)

    Mi ricordo lo sciopero dei camionisti... che blocco completamente la Francia per più di un mese...
  • Anonimo il 30/03/2012 17:19
    bella dedica a persone che lavorano duramente... tutto il giorno... nel traffico, costretti a percorrere km... e km... e che poi non vengono più di tanto considerati...
    Il loro lavoro spesso ci procura ciò che troviamo sulle nostre tavole e che seduti comodamente con tranquillità gustiamo...
    complimenti cari saluti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0