PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gesù è inchiodato sulla Croce

Tra le beffe
e le risa
de li presenti
senza fede,
li soldati
con lo martello
martellando,
ne la Tua carne
grossi chiodi
senza indugi
conficcano,
e Tu soffri
e taci,
anco se sti chiodi
lo spesso legno
trapassano;
e lo Tuo sangue
cadendo,
ciò che di verde
c'è
essicca.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 31/03/2012 11:57
    Il Cristo biasimato... il Cristo punito(per il troppo amor)il Cristo percosso... il Cristo trapassato da chiodi aguzzi... ha solo un esclamativo ne la mente... "Padre, perdona loro, perchè non sanno quello che fanno". E la folla presente... solo dileggio... non una lacrima... non un urlo di contestazione... Solo beffe e risa da li presenti... come inizia la Tua integerrima poesia... Don Pompeo!

1 commenti:

  • silvana capelli il 31/03/2012 13:16
    Quanto è grande il suo AMORE per tutti noi, eppure anche oggi c'è chi lo ignora e ancora lo inchioda. Seguiamo Gesù e avremo un merito in più. Grazie per questa tua bellissima poesia, non allontaniamoci mai dalla sua croce. Sei sempre molto bravo DON!
    cordiali saluti ciao...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0