accedi   |   crea nuovo account

Nonna Grazia

Nonna, nonna... non ho gridato
Orbo son, d'un vital tuo segno
Non cimeli, non una foto
Né racconti, né giorni a zonzo
Anni colleri sol... Silenzio!

Guardo, invidio li bimbi al parco
Rider, co la faceta nonna.
A la gelida pietra, gemo
Zero or è l'acre terreo spazio
Indi non muovi. No, non t'alzi
Al mattin, per portar Michele...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/04/2012 14:26
    la nonna è sempre la nonna... e la tua poesia è così delicata e particolare, davvero bella...
  • cristiano comelli il 31/03/2012 21:26
    Eh le nonne e i nonni, ad averceli ancora. Ma in qualche modo li abbiamo sempre. Io, con loro, nonostante ora siano in un'altra dimensione, ancora ci parlo, affido loro le mie speranze e anche le mie angosce. Sarà perchè i nonni non se ne vanno per fortuna mai davvero dalle vite di ogniuno di noi, con quel profumo di favole inventate traendo ispirazione dall'innocenza dello sguardo dei nipoti, di biscotti intinti nel latte che essi sempre tengono nella credenza per festeggiare l'arrivo dei loro nipotini, di saggezza da volere trsmettere dopo avere vissuto un'esistenza comunque speciale. I nonni sono la saggezza che ci accompagna come una dolcissima, muta ma presentissima ombra. Cordialità e complimenti.
  • Don Pompeo Mongiello il 31/03/2012 14:11
    Una dedica commovente e sincera, che solo da un cuore puro può scaturire.

10 commenti:

  • leopoldo il 16/06/2012 23:17
    Chi ha potuto godere della presenza e conoscenza dei propri nonni a volte lo ricorda da adulto, da piccoli quelle parole e quei gesti il più delle volte apparentemente scivolano via, ma se è vero che i bimbi sono come le spugne, assorbire quei ricordi è un dono inestimabile. Grazie Rocco con questi versi seppur per pochi minuti me li hai fatti "rivedere!"
  • franco picini il 13/04/2012 21:13
    Seppure c'è nei versi il rimpianto per una Nonna andata via prima di far capire, ad un nipote, quanto possa valere un tale legame di parentela... è mancata anche a me, intuisco ciò che ho perso. L'eleganza e l'intreccio, sapientemente studiato, dei versi consola dell'assenza. Un incastro perfetto... armonico. La chiusa è bellissima, mi permetto di dire che riconduce lo stile ricercato ad un sentimento genuino, teneramente ricondotto ad un pensiero infantile. Ciliegia sulla torta direi, e la torta c'è ed è ottima.
  • marco moresco il 02/04/2012 18:08
    non ho conosciuto nessun nonno, e credo mi sia mancata la complicità speciale che può creare quel legame, vedo che forse descrivi proprio quella mancanza, in modo originale e sentito, ciao
  • Anonimo il 01/04/2012 22:28
    Dolce e sofferta poesia. Malinconia di momenti non vissuti ma desiderati.. Molto bella
  • Gianni Spadavecchia il 01/04/2012 16:05
    Una dedica speciale e malinconica piena d'affetto. Un plauso!
  • Anonimo il 01/04/2012 09:24
    sono cresciuta con i nonni grandi saggi bellissima la tua dedica e commovente... molto bella sentita complimenti di cuore
  • loretta margherita citarei il 01/04/2012 05:17
    gradevolissimo acrostico, complimenti
  • Rocco Michele LETTINI il 31/03/2012 19:51
    È UN ACROSTICO DEDICATO ALLA MIA NONNA MATERNA "GRAZIA MUSCILLO" CHE IL SIGNORE MI HA NEGATO DI POTERLA CONOSCERE...
  • Andrea Pezzotta il 31/03/2012 14:25
    una bellezza travolgente, le parole scorrono e mostrano immagini nitide e precise, davvero meravigliosa
  • Don Pompeo Mongiello il 31/03/2012 14:03
    Un serto di alloro lo Magno sul tuo capo cinge per questa tua eccezionale!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0