PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'addio d'un divino arrivederci

Neanche la morte
la paura il dolore dell'ombra inesistente
l'Amore dell'Altro
spinge il nostro essere a lottare
per salvare l'incedere dei nostri corpi dai sentieri dell'oblio

attraverserò

non accettando per niente al mondo per nessun cielo stellato la perdita delle Tue forme corporee

il corpo è reo
soltanto di Amare ed io ho lottato fino all'inverosimile forma di un mistico cannibalismo

notti d'inferno

cadranno sulle mie spalle notti universali dalle ceneri di ulivi brucianti

crocifiggerò la mia anima
con chiodi di pura follia estirpati dal legno della demoniaca mente umana

per ridonar al Tuo corpo spiragli nella luce della vita eterna dirò addio per Amor Tuo alla mia vita su terra

 

4
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 01/04/2012 12:52
    In un contenuto fantasioso tutta la cruda verità di un momento di vita.
  • Rocco Michele LETTINI il 31/03/2012 16:17
    Un lauto et sincero plauso per questa Tua poesia... sempre chiaro et schietto nel linguaggio... VIN_CEN_ZO

3 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 01/04/2012 12:56
    Ben scritta, davvero.. Buona Domenica. Superbo come sempre!
  • Anonimo il 01/04/2012 09:22
    entro nel cuore e fa vibrare lea corda dell'anima... bellissima bravo
  • Don Pompeo Mongiello il 31/03/2012 15:17
    Un serto d'alloro sul tuo capo cinge lo Magno tuo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0