PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Come la quercia

Come la quercia
che pende a terra i suoi rami
quasi a cercare l'umide radici
stanche di scavi solitari,
come la quercia
anch'io mi spoglio
dei desideri miei antichi,
e parte sarò trave
e parte fumo.

 

4
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 04/04/2013 16:54
    ... la chiusa è un pugno
    nello stomaco,
    sempre al topo nunzio,
    complimenti...

3 commenti:

  • tylith il 26/04/2012 14:47
    "e parte sarò trave e parte fumo", io non aggiungo altro, mi dirai che senso ha il tuo commento? Il senso che ha in ognuno di noi il forte desiderio di realizzare i propri antichi desideri. bellissima e piena di impeto!
  • Simone Scienza il 03/04/2012 21:06
    Solo attingendo alle nostre radici potrà esservi nuovo fusto e nuovi rami coi quali strigere le stagioni del futuro.

    Metafora molto calzante bravo!
  • Alessandro il 03/04/2012 17:50
    Lasciarsi tutto alle spalle, bella l'analogia con la quercia. Ottima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0