accedi   |   crea nuovo account

Pennellate (6)

Suona l’ave maria
la sera
tramonto di mille sogni
che sfumano
lasciando dietro di sé
il rimpianto
di ciò che non si è fatto.

 

1
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 01/08/2016 17:33
    Concetto molto semplice ma che fa riflettere e sognare.

7 commenti:

  • Claudio Amicucci il 18/06/2007 15:29
    Grazie a tutti per i commenti. Leggetevi anche l'ultimo racconto che sto postando al quale seguiranno le poesie di quel momento della mia vita (1978-1979), Ciao Claudio
  • ninetta ciminelli il 18/06/2007 14:19
    non tutti hanno avuto questo onore di vivere l'ave Maria, quindi anche se l'attimo ha lasciato un rimpianto, forse e' bello anche averlo vissuto
  • sara rota il 18/06/2007 14:01
    Attraverso il suono dell'Ave Maria mi è tornato in mente il giorno del mio felice matrimonio, un sogno traformato in realtà. Il rimpianto per fortuna non fa ancora parte di me e dei miei sogni...
  • lory giacobbe il 18/06/2007 12:24
    Non rammaricarti... dopotutto domani.. e' un'altro giorno. Bravo
  • roberto mestrone il 18/06/2007 11:51
    Ottima intuizione: il tocco dell'Ave Maria ti ricorda che hai trascorso il giorno senza averne goduto gli attimi migliori.
    Bravo Claudio!
    Ro
  • Claudio Amicucci il 18/06/2007 11:18
    Grazie Laura. Ciao Claudio
  • laura cuppone il 18/06/2007 10:46
    ... presa di coscienza di non aver colto l'attimo fuggente... tramonto di mille sogni... bellissima. ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0