PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mio Internet

E se staccassimo la spina?
Infine funzioniamo così.
Respiri l'aria,
non vivi le stagioni,
ti sorprendi se piove,
se l'inverno è freddo e l'estate calda.
È tutto così naturale,
ma se staccassimo la spina come sarebbe.
Giochi con la fantasia per i primi anni,
ti anneghi nella società per tutto il resto della tua vita.
Il pensiero è il peggior male;
è un fiume in piena che sbatte da un argine all'altro,
corrode l'ostacolo,
si innalza e inonda la terra.
Navighi in cerca di un appoggio,
cosciente del tuo senso di perdita.
La tua barca è troppo piena, e non può stare a galla.
Eppure è nata da un legno.
Stacca la spina se ci riesci.
In fondo funziona tutto grazie a quella.

Pensa alla pappa della mamma,
che ancora ti riempie la testa.
Credi di essere sazio,
di preferirla a quella della nonna,
ma sei sazio. Troppo sazio.
Quasi ti addormenti sulla sedia.
Stacca questa spina
semplice

 

5
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alberto il 06/04/2012 15:41
    girando la frase: la cosa ci fa diventare quello che non siamo... la persona "é" in funzione a ciò che impara e percepisce. La pigrizia di pensiero, l'automatismo dei fatti e la non naturalezza della natura è l'insieme di un'esperienza di perdizione dovuta al continuo imboccamento di "pappa" da una mamma che sembra quasi reale...
    questo messaggio non è reale finchè non esce dalla mia bocca attraverso la mia voce.. resta un pezzo di tanti privo di confronto e di condivisione reale.. insomma, altra pappa per il cervello!! attenzione: si rischia di prendere sonno nella sedia

4 commenti:

  • Anonimo il 04/04/2012 19:15
    Come ogni cosa, la cosa diventa quello che siamo! Ognuno di noi percepisce un tipo di realtà, ma la realtà è diversa per ognuno di noi. Internet, nel mio caso, è un ponte di arcobaleno perchè mi permette di condividere poesie e pensieri che altrimenti, la mia realtà, mi impedirebbe. Come ogni cosa, la cosa diventa quello che siamo... Anna Rita Iotti
  • loretta margherita citarei il 04/04/2012 19:08
    bisogna staccare la spina, perchè dobbiamo vivere la vita vera non virtuale, regolare la presenza, su internet e vivere di più, apprezzata buona pasqua
  • Alessandro il 04/04/2012 17:44
    Navigare in cerca di appoggio, per riempire le perdite, la barca troppo piena. Manca il coraggio di staccare la spina. Ottima e provocatoria
  • augusta il 04/04/2012 16:11
    non so se sia così semplice staccare la spina... io ancora non ci sono riuscita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0