PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Scenografica apparenza

alito di silenzio
sopra un soffio di paglia
occhi chiusi
alla rinuncia
niente ti appartiene
tranne un pacco da scartare
prima dell'evento
per costruire un volto di sorpresa
non esiste il perfetto

confonde tutto
il sipario di una scena
largo alle maschera
del sole al tramonto
luce su di un volto
che diverte
ingannando lentamente
il commediante vive
la sua solitudine

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 13/02/2013 01:52
    Ed il vero commediante è colui che non recita sul palco interpretando un copione, mi vien di pensare. Che la vera recita è troppo spesso fuori dal palco. Il teatro scuola di vita, pensiero assolutamente condiviso. Poesia bellissima
  • Anonimo il 04/04/2012 18:33
    Molto delicata questa tua poesia e nella sua malinconica solitudine mi ha colpito parecchio... bravissima

10 commenti:

  • mauri huis il 05/04/2012 18:11
    Perbacco! Io forse non capisco proprio tutto, ma abbastanza per dire che mi piace anche e soprattutto il tuo stile. Very compliments, lady!
  • Gianni Spadavecchia il 05/04/2012 15:43
    la sua solitudine, vissuta oramai con scioltezza, senza più forza di reagire.
  • karen tognini il 04/04/2012 23:34
    E brava la mi Teresa... sempre bellissime le tue poesie e introspettive...
  • Salvatore Maucieri il 04/04/2012 22:39
    Molto profonda. Bella opera. Complimenti. Ciaoooooo
  • Anonimo il 04/04/2012 21:32
    Scenografica apparenza... ma non per te... che già conosci la sua rinuncia, non esiste sorpresa... solo l'attesa...
    terry amica mia bravissima
  • senzamaninbicicletta il 04/04/2012 21:18
    che bella e non immagini quanto apprezzi questo scritto, proprio propio bella e potente e significativa. Bravissima! un applauso
  • Anonimo il 04/04/2012 21:06
    Un po' meno frammentaria questa volta, ma si percepisce sempre il tuo lavorio "in levare": togli quello che non serve, lasciando le parole nude in tutta la loro forza semantica; questa cosa però rende, come ho già rilevato altrove, le tue poesie un tantino criptiche Un salutone Terry!
  • loretta margherita citarei il 04/04/2012 19:33
    sempre bravissima, applaudo, buona pasqua
  • Alessandro il 04/04/2012 19:14
    La solitudine dietro l'apparenza di chi non riesce a togliersi la maschera in pubblico. Tema molto gettonato, ma qui trattato con freschezza. Piaciuta
  • Rocco Michele LETTINI il 04/04/2012 18:49
    STRAORDINARIA... TERRY

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0