username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Placitazione

Pur da onde
laceranti de le scosse acque
a riva de lo Danubio, placido son,
con le forze
insite ne lo animo mio
turbolento,
avanzo
zitto zitto
invitto de li mali subiti,
ove ad aspettarmi,
nuovamente trovo
e a braccia aperte la mia signora.

 

4
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 07/04/2012 20:36
    SORPRENDENTE... MA D'ANIMO RICOLMO NE LA CHIUSA...

3 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 09/04/2012 06:41
    Molto bello Don... felice che hai trovato uno stato d'animo placido... hai avuto un placet.. e riabbracci la Tua Signora... dopo aver attraversato un fiume d'acque tumultuose... per fortuna era il Danubio... e tutto finisce in un Walzer blu...
    meno male che non era il Po... se no tutto finiva nella Popò.. lol..
    non l'ho capita perfettamente Don... ma l'importante è sdrammatizzare e riderci un pò... lontani dall'Italia si può...
  • roberto caterina il 07/04/2012 23:42
    Un bello acrostico... molto apprezzato.
  • Anonimo il 07/04/2012 20:07
    molto sentita ed apprezzata Don ti auguro ogni bene...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Altre opere simili -