accedi   |   crea nuovo account

La dama del bosco

Macchiato di verde,
Il panorama osservato:
Tra tronchi e serpi
Sibila il vento,
Vistoso fardello del monti
Da pietose nubi coronate.

Si aggira silenziosa
Nei pressi dello stagno
La dolce poeta,
Scrittrice di vita,
Di sogni e passioni.
Le lunghe e nude vesti
Poggiate su calda pietra
Mostrano fiere le candide pelli,
Velluto divino del bosco,
La folta chioma ramata
Orna il volto di fata
Come le brillanti foglie
Di quercia
Splendono sopra i bracci di tronco.

I curiosi occhi
Di cerbiattiche fattezze
Brillano d'ombra,
Si socchiude la bocca
Dispensatrice di attimi,
Nel posare la zampa felina
Nel rinfrescante liquido di cristallo.
Il brillante corpo
Immerso nel frutto di vita
Richiama col suo canto
Maestose fiere,
Dolci belve
Custodi del mondo stremato,
Protette dall'abbraccio
Di fuoco della dama
Danzante sul bianco ricordo

 

7
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • stella luce il 11/04/2012 15:58
    adoro questo genere fantasy... e tu con i tuoi versi sei stato bravissimo a descrivere un mondo incantato...
  • Anonimo il 09/04/2012 23:02
    Molto carina: un sogno quasi dalle tinte fantasy. Ci sono dei refusi; non mi convince quel "cerbiattiche" però Bene! Bravo Andrea
  • Simone Scienza il 09/04/2012 22:31
    il commento sotto - Simone Scienza
  • Anonimo il 09/04/2012 22:29
    Quando l'esser donna è magia di fata,
    e morbidi anelli d'oro increspano il lago dei pensieri.

    Alcune pagine dell'amore saranno sempre e solo magia, e questi versi recitano benissimo quell'incantesimo
    Veramente bella!
  • Marhiel Mellis il 09/04/2012 16:39
    Splendida poetica dove ogni verso ingrazia armonia di pensiero!!!!