accedi   |   crea nuovo account

La zitella

il suo cuore,
bimbo curioso,
nel verde prato dell'amore
ricerca della fortuna
il quadrifoglio.


Vive di sogni e di sospiri,
o nel rimpianto d'amori finiti,
ancor non si rassegna...

cerca l'amore che gli
darà la vita,
vuol incontrare l'anima gemella,
quell'amor che la renderà bella.

Bianchi i suoi pensieri
come la mise d'una sposa,
il suo desiderar mai riposa.

Come una viaggiatrice
con il biglietto
ancor da obliterare,
al bar della stazione siede,
in attesa che il suo treno arrivi.

Con pazienza attende
senza mai scorarsi
ed anche se l'altoparlante
vistoso ritardo annuncia,
a lei poco importa
all'amor non rinuncia.

Pur fra tanta vaghezza,
nel suo cuor c'è certezza...
quel treno lei prenderà,
se non oggi, domani arriverà.

 

5
6 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 11/04/2012 09:04
    È forse questa tua un po' una zitella d'altri tempi.. viaggiatrice di seconda classe in uno di quei treni con la porta che si apre sullo scompartimento.. E il viaggio assume il valore di metafora.. l'amore, come il treno, anche se in ritardo, arriverà e lo si aspetta, ma ci sono anche zitelle che viaggiano sugli eurostar, si fermano nelle sale vip e vorrebbero essere come la zitella che tu descrivi..
  • Don Pompeo Mongiello il 10/04/2012 18:47
    Ottimistica poesia in una forma e stile sublime.
  • Ettore Vita il 10/04/2012 17:08
    Si racconta che di notte si sentivano suonare le campane in fondo al mare.
    Al che un signore volle provare e tutte le sere si recava alla spiaggia ed ascoltava attentamente... ma le campane non suonavano.
    Una notte si addormentò al chiarore di luna e sentì suonare le campane.
    L'amore per arrivare non bisogna aspettarlo. Bisogna sorridere a se stessi e agli altri... e l'amore sboccia.
  • Vincenzo Capitanucci il 10/04/2012 11:51
    Un tema molto caro al nostro Poeta... della speranza d'Amore...

    Bravissima L'Or... sempre bellissime metafore... che cercano di forare la meta... l'anima gemella... rende la vita bella...
  • Rocco Michele LETTINI il 10/04/2012 10:04
    UNA QUARTINA IN RIMA BACIATA... LA TUA CHIUSA ENCOMIABILE LORETTA... FROM MICHELE
  • Grazia Denaro il 10/04/2012 09:53
    La speranza è l'ultima a morire e bene fa la zitella a non deporre le armi. Prima o poi, perseverando riuscirà a trovare qualcuno che la sposerà. Bella poesia scritta egregiamente con una certa verve, versi scorrevoli e ben stilati, apprezzata.
  • Auro Lezzi il 10/04/2012 09:10
    La tua sensibilità di poetessa è veramente grandissima.

6 commenti:

  • Anonimo il 18/04/2012 23:28
    L'eterna attesa è la sua quintessenza.
    Bellissimo bozzetto, mi è piaciuto molto.
  • salvo ragonesi il 10/04/2012 20:09
    il suo desiderar mai riposa. molto bella.
  • Alessandro il 10/04/2012 16:58
    Una zitella indomita, non ancora disposta a rinunciare all'amore. Piaciuta molto
  • senzamaninbicicletta il 10/04/2012 11:06
    bella a tratti triste e a tratti ironica e divertente, mi è piaciuta perché dice molto. E il titolo è molto simpatico brava
  • anna rita pincopallo il 10/04/2012 11:01
    bella poesia sempre bravissima
  • Vilma il 10/04/2012 10:35
    Bella poesia molto apprezzata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0