accedi   |   crea nuovo account

Ipocrita

Il mondo ne è pieno;
il giorno, la notte, qualunque momento è buono per esserlo;
non bisogna avere coraggio per esserlo;
bisogna solo accettare se stessi, quando, lo si è;

Appartiene alla razza degli immondi, razza lercia;
tra di loro, tutti si conoscono, si cercano, si pianificano,
si scagionano, si compiacciono,
tutti pensano che il fine ultimo, giustifica i mezzi;

Non sentono pietà, perché non la conoscono,
non sentono amore, perché non sanno amare;

Difficile per loro, il solo pensare a un cambiamento,
e laddove s'affaccia,
rientra subito, nel guscio primordiale;

A loro, non è consentito, sbagliare,
guai, a farsi prendere dall'emotività,
dal pietismo, dall'apertura all'amore, alla vita,
sarebbe la loro fine,
l'inizio di un tracollo inesorabile;

È naturale, per loro, essere tale,
in esso, confluiscono, all'unisono,
impunità, vanità, egoismo, spregiudicatezza,
tante piccole arterie, che alimentano,
e irrorano la loro insana e dissoluta mente;

Stanno all'erta, come avvoltoi, pronti a ingozzarsi,
per alimentare le proprie ricchezze,
a discapito, a dispetto,
delle disgrazie altrui,
profittando delle sofferenze, dei conflitti altrui;

Fiorisce e rifiorisce,
come gramigna,
difficile è, da estirparsi,
simile è, all'erba cattiva dei muri;

Saziano la propria bramosia,
con strage di ingenue prede,
che ignare, s'affacciano,
alla vita con fiducia,
una vita, però, non scevra di agguati e pericoli

 

3
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 26/10/2013 08:19
    Una poesia alquanto prosastica ma è una denuncia di un male endemico della nostra società e del nostro essere. Volere essere ed apparire diversi da quello che in effetti siamo. I peggiori ipocriti sono i bigotti ed i falsi perbenisti. Siatene certi: ne hanno fatte di "pelle e di becco" (come dicono in Toscana) e, quindi, sanno quello che dicono e fanno!

3 commenti:

  • Fabio Mancini il 26/04/2012 08:42
    L'ipocrisia è anche figlia della vigliaccheria, perché il nascondersi e l'agire nell'ombra è perverso, è diabolico. Gesù ci dice che i figli delle tenebre non prevarranno sui figli della Luce. E allora perché disperarsi? Attendiamo la Giustizia di Dio su questi fratelli persi. Ciao, Fabio.
  • loretta margherita citarei il 11/04/2012 20:59
    verissimo, complimenti apprezzatissima
  • Ugo Mastrogiovanni il 11/04/2012 11:48
    I versi di Aquino descrivono con dovizia di particolari il soggetto; infatti per gli antichi greci "དποκριτཱུς" (ipocriten) significa <attore, simulatore>, colui che finge virtù, buone qualità, buoni sentimenti che poi non ha. Il suo scopo è quello di ostentare falsa venerazione o amicizia, coprendo le proprie qualità negative e il proprio malanimo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0