PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Soffio di Marzo

Piano escono le parole dalle labbra,
riscaldate da un leggero soffio d'anima,
mentre la tua timida faccia
invasa dall'alba,
diviene rosea.
Un gesto istintivo,
disegna nell'aria
un semiarco,
e ti ritrovi sul mio petto.
Tremanti battiti mischiati
nel cielo di marzo,
divengono ritmo,
colonna sonora
nei nidi e negli angoli di campagna.
Sempre azzurri i tuoi occhi,
sempre neri i tuoi capelli
sempre belli i tuoi gesti.
Ho trovato una miniera
fatta di pietre lucenti,
sono un cercatore ai piedi
del tuo sorriso,
simile ad un fiume con ciottoli dorati
trascinati dalla tua timida bellezza.
Poi lassù nell'immenso blu,
si perde giocando a nascondino
un idea, una voglia
di una vita insieme a te.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/04/2012 17:28
    ROMANTICISMO PURO ANTONIO... NEL LODAR "una timida bellezza", che fa del Tuo carme un verseggiare lodevole per forma e musicalità...

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 12/04/2012 16:44
    MOLTO APPREZZATA, BUON COMPLEANNO ANTONIO
  • Dora Forino il 12/04/2012 16:28
    Versi poetici in questo soffio di Marzo a magnificare una donna
    dagli occhi azzurri e capelli neri, con gesti delicati.
    Bella poesia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0