accedi   |   crea nuovo account

Pazza sirena

quanti strati per arrivare al cuore
squame
piume
diversi mimetismi di colori
l'intreccio di un calore differente
vestito di bellezza appariscente
o crosta di una ferrosa armatura
respira si rivolta lacerando
il tatto del confine di una strofa
che penetra attraverso ogni barriera
ascolta il canto di quella sirena
un dolce eco di malinconia
ammalia e grazia nella sua pazzia
su pelle nuda danza
penetrando il cuore
eco d'assonaze
brivido d'amore

 

7
9 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • salvatore maurici il 13/04/2012 23:50
    "C'è una sola emozione capace di annullare ogni difesa ed ogni offesa nel tempo ed è quel brivido d'amore" (Annarita Iotti). Mi pare una bella sintesi per una poesia d'amore. Per chi "ascolta il canto di quella sirena/un dolce eco di malinconia", quel canto che secondo le leggende siciliane -penso alla bellissima novella di Colapesce - ammalia l'uomo che per primo scopre una sirena. Per lei, per un grande amore, un innamorato è disposto a compiere qualsiasi sacrificio, perchè l'amore, quello vero non guarda barriere, è un afflato, un nettare che nutre ed inebria, che rende felice o che conduce alla morte. La Pazza sirena di Teresa è una bella metafora sull'amore che tutto può e tutto distrugge.

9 commenti:

  • Anonimo il 15/04/2012 16:55
    canto ammaliatrice... che alla fine si svela per ciò che è...
    molto bella Terry... sei grande...
  • Anonimo il 14/04/2012 22:06
    Alla fine qualsiasi armatura si riscopre incapace di difenderci da ciò che desideriamo. Bravissima Teresa!
  • karen tognini il 14/04/2012 08:22
    Troppo bella Teresa... l'emozione ci spoglia nudi... penetrando nel rosso del cuore... e son brividi d'amore...
  • senzamaninbicicletta il 14/04/2012 00:21
    una poesia d'amore notevole con quell'armatura di ferro a mascherarlo e a rivoltarsi su se stesso in una flebile difesa, bella metafora. Brava Teresa
  • Anonimo il 13/04/2012 21:38
    Questa mi è piaciuta davvero tanto, brava Teresa, come sempre, grande artigiana della parola, anche se in maniera non del tutto tradizionale
  • loretta margherita citarei il 13/04/2012 20:23
    veramente notevole bravissima
  • Anonimo il 13/04/2012 20:02
    Sia che offendiamo, sia che offendono, l'armatura o il mimetismo è il primo a essere scoperto o attraversato nel tempo. Nessuna magia, nessun mistero, nessun canto può incantare a lungo. C'è una sola emozione capace di annullare ogni difesa ed ogni offesa nel tempo ed è quel brivido d'amore, quel ghiaccio bollente che, per un attimo, ogni volta, sembra un'eternità.
  • Alessandro il 13/04/2012 19:21
    Azzeccata metafora di squame e piume (diverse nature di "rivestimenti" per definire la stratificazione del cuore, bello anche il canto della sirena, descritto nella sua leggiadra malinconia.
  • Anonimo il 13/04/2012 17:41
    Molto bella, originale e soprattutto brava Teresa.
    "... quanti strati per arrivare al cuore
    squame
    piume
    diversi mimetismi di colori...



Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0