accedi   |   crea nuovo account

La rinuncia

"Vorrei sorridere perchè senza il sorriso, mi spengo.
Vorrei specchiarmi e vedere la ruga del sorriso, ed invece vedo la ruga della tristezza.
Vorrei poter ridere come una ragazzina, ed invece la risata è soffocata dentro me.
Vorrei svuotare questo sacco che si è riempito di parole che feriscono, ma la mia mano cerca invano di svuotarlo, diventa sempre più pesante.
Vorrei avere il coraggio di guardare la strada deserta che vedo davanti a me,
percorrerla, sentendo sotto le mie scarpe lo scricchiolio dei sassi,
il suono del vento,
ma il coraggio mi manca, perchè dovrei lasciare dietro me, i miei amori che ho cullato nel mio ventre,
allora guardo gli alberi che costeggiano la mia strada, i loro rami, che ondeggiano e si fanno cullare dolcemente dal vento.
Devo rinunciare.
Mi guardo allo specchio e la ruga della tristezza diventa sempre più profonda."

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • sara rota il 23/06/2007 14:31
    Penso ched tu possa fare ancora tutto ciò che hai scritto, forse con meno spensieratezza, ma perchè lasciarsi andare così... un abbraccio.
  • Claudio Amicucci il 19/06/2007 23:47
    Ho letto tante belle poesie che traboccavano tutto il tuo amore,,, Perché questa tristezza nuova? Ciao Claudio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0