PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vivi

Non c'eri già più
te ne eri già andata
ti aveva già fatto sua prigioniera
o mi piace crederlo
la morte ti aveva liberata
non c'eri già più
l'aveva detto l'aveva scritto
il medico su un foglio
in bianco e nero
era vero
non eri più tu
nel pallido nel freddo
di una cera
in un corpo
che non ti apparteneva più
nelle mani che non si
aprivano più ad una carezza
che non cercavano il mio viso
il mio braccio
nel viso di marmo senza i tuoi
lineamenti
negli occhi intelligenti
ma scorrevi dentro di me
come un fiume
tutto ciò a cui avevi rinunciato
passato
l'amore non avevi tempo per riceverlo
solo per darlo
o guardarti nello specchio
il tempo è un cielo che rapisce una stella
è geloso la vuole tutta per se
l'accende e la spegne
eri lo stesso bella
ti ho vista lottare con i ricordi
guardare di nascosto una fotografia
respingere le tentazioni ed i rimpianti
nei pomeriggi vuoti
seduta a leggere la nostalgia
poi la cacciavi come una mosca
d'estate la mandavi via
non ti sembrava giusto ricordare
o forse non volevi soffrire
io che ricordo anche troppo
non riesco a capire
rimorsi... chissà se ne hai avuti
hai dato sempre dato solo dato
passato
ed ora che conosci quel mistero
vorrei tornassi qui da me
a raccontarmi tutto
una fiaba di notte accanto al letto
io che ho imparato da te la lezione
più grande
divento egoista
quando penso che la vita è una sola
ma tu eri ferma non parlavi
ma forse mi udivi
quando tu mi dicevi
non temere la morte
ma VIVI

 

2
5 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 16/04/2012 00:05
    Poesia dedica a qualcuno per te caro, struggente e meravigliosa. Inno alla vita, compenetrata con la morte, da affrontare a testa alta!
  • Don Pompeo Mongiello il 14/04/2012 13:02
    La tua poesia non ha perso quel soffio divino che ti è stato dato dalla musa, e questa n'è la prova. Bravissima!
  • Rocco Michele LETTINI il 14/04/2012 09:17
    UN LODEVOLE MESSAGGIO IL TUO... CORREDATO DA VERSI SINGOLARI...
    VIVI... SENZA IL PENSARE... LO QUOTIDIANO IMPORTUNOOO!!! LAURA

5 commenti:

  • augusto villa il 24/04/2012 21:28
    Bella davvero... e grazie per la perla che si trova negli ultimi due versi. Ciao! --------
  • denny red. il 15/04/2012 01:00
    Intensa, un insieme di fotografie disegni colori.. emozioni, Bella!! Ben Scritta, Laura.. Sei in formissima come sempre.. Un Abbraccio..
  • loretta margherita citarei il 14/04/2012 20:17
    profonda poesia brava
  • franco picini il 14/04/2012 19:50
    Nella tua il mistero della morte o/e il mistero della vita... mi sembrano, le due "opzioni", facce di una identica medaglia. Per chi resta, il passaggio della morte di chi si ama, lascia un solco fondo quanto un abisso. Nei tuoi versi intensi leggo tutto quello che si può vedere scrutando dal margine di quell'abisso ed anche tutto ciò che resta nascosto. Sarebbe bello se i nostri affetti tornassero a svelarcelo quel, non so come definirlo, profondo segreto. Fino a quel girono ben vengano i tuoi versi.
  • Anonimo il 14/04/2012 09:36
    Quando se ne va una persona a noi cara alcune domande riaffiorano con più forza e forse la risposta più essenziale è davvero quel tuo "VIVI". Fiume di emozioni in piena.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0