accedi   |   crea nuovo account

Grigiore

Alacri lavori di uomini vinti
tra alti camini che sputano nero
rotola il tempo senza confine
con orme sinistre stampa il cammino.

Ogni mattina rivolgo lo sguardo
di fronte contorti giochi d’acciaio
battuto infuocato e modellato
come un peccato si alza nel fumo.

Vola ribelle senza padrone
vile la mano sporca d’infame
quel cielo che un tempo era un amico
cambiando un disegno celeste ben fatto.

Buchi alla vista invadono il cielo
scavando e bruciando sul candido foglio
si espande fuliggine tutta all’intorno
con sinistri profumi d’acre colori.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 08/10/2010 11:48
    Mah, non so che dire. Tutto 'sto fumo m'ha annebbiato la vista...
  • Duccio Monfardini il 19/06/2007 18:53
    buona. ciao, duccio.
  • roberto mestrone il 19/06/2007 18:40
    Lavori pesanti.. cieli grigi... fuliggine... mani sporche... profumi acri...
    G R I G I O R E !!!
    Bravo Silvano!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0