accedi   |   crea nuovo account

Mondo di idee

Mi sveglio catturato dai vari sogni che mi gironzolano in testa.
Mi alzo un po' stordito, le idee subito mi gridano buongiorno;
si affollano in me gioie e tristezze, sorrisi e vecchi pianti lontani...
Il giorno va avanti, non si ferma a causa dei miei docili pensieri.
Non hanno la forza di farsi sentire nel mondo, rimbombano nella mia mente;
ed ogni tanto dalla mia voce si ode un loro debole ma infinito eco...
Un mondo di idee mi sovrasta, bè è questo il mio universo.
Mi riempio di idee, mi copro di sentimenti e le sensazioni mi entrano in tasca;
l'amore bussa alla porta del cuore, tu sei lì dentro, pensiero incontrastabile...
Che bello udire le idee accavallarsi, dolce rumore il loro,
assomigliano ad una tenera melodia che funge da musica di intrattenimento.
Il giorno sta giungendo al termine, si intravede un silenzioso tramonto;
ma non esiste silenzio nel mondo, anche il posto più tranquillo conserva un rumore...
La notte arriva, conserva il sole, lo mette a riposo dal buio.
I sogni si avvicinano, mi accarezzano e mi rendono fragile;
strana sensazione sognare ciò che si desidera o di cui si ha paura...
Ma adoro sognare, mi piace sentirmi strano, vivo in un mondo diverso dal solito.
Insolito trascorrere il tempo il mio, sono più veloce del tempo,
nel mio sconfinato mondo di idee.

 

6
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 14/04/2012 16:23
    Il filosofo francese Herni Bergson distinse due tipi differenti di tempo: quello cronologico e quello, invece, interiore. Non c'è coincidenza tra i due e lo scarto che sussiste è irripetibile, come la fantasia. Bello: il mondo delle idee in cui rinchiudersi anche nei momenti un po' più "bui". Complimenti Gianni, mi è piaciuta tanto avendomi fatto riflettere

5 commenti:

  • nicoletta spina il 15/04/2012 22:22
    Questo mondo di idee è pieno di colori e della tua esuberanza giovanile, bella la pennellata di poesia quando parli del giorno e della notte, dei sogni e del tempo. Hai fatto riflettere anche me... grazie!
  • vasily biserov il 15/04/2012 13:45
    Il mondo sognato, il mondo delle idee di Platone, è sicuramente più puro e felice di quello che viviamo in questa realtà! un posto dove riscoprire sé stessi!! Bravo, Gianni, lo prendo come promemoria!
  • mauri huis il 15/04/2012 09:37
    Ahimè questa tua bella riflessione mi ha fatto sentir vecchio. In effetti quando sogni sempre meno e con sempre maggiore difficoltà comincia il declino. Vado a farmi subito un sogno. Complimenti Gianni! E grazie
  • Anonimo il 15/04/2012 09:22
    un inconscio collettivo accomuna la nostra interiorità i nostri pensieri... a volte prorompenti e forti... belle sensazioni ci regali gianni... belle metafore... molto apprezzato il contenuto...
  • Rossana Russo il 14/04/2012 15:55
    Capita anche a me di provare queste sensazione e tu sei stato bravissimo a metterle nero su bianco :*

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0