PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Piazza della Loggia la vergogna che continua

Eppure un volto lo possederete,
fetidi, vigliacchi respiri
di latta ammuffita
marciti nella complicità assonnata
dell'oblio di anni indifferenti;
eppure la vostra mano
incancrenita da graffi di odio
un nome certo aveva
quando vi condusse a sporcarvi
di una violenza
che riesca, è auspicio,
ad annientarvi, mordervi
il punto che lasciaste orfano
della vostra coscienza;
eppure
la giustizia dovrebbe essere
una dama immarcescibile
dagli occhi lunghi e penetranti
capace di catturare
con i raggi rinfrescanti del suo volto
germi di follia
che strisciò indisturbata nell'ombra,
e un nido infetto pose,
in un cestino dei rifiuti
piazzandovi una bomba;
eppure la storia,
non dovrebbe concedersi di sbadigliare,
nè dovrebbe consentire al tempo,
di celare verità,
sotto il suo mantello insanguinato.
Eppure quel giorno
qualcuno morì
senza neppure potersi accorgere
che la morte lo aveva chiamato per nome;
E di tutto questo che resta ora?
Pagine di una sentenza
coperta del bianco urlante
dell'oblio
e di una studiata
lacerante incertezza
respiri innocenti spezzati
da uno scoppio bastardo
lacrime impotenti
di parenti affranti e inconsolabili
che chiedono alla verità
di suonare alla loro porta
e di sedersi a raccontare
chi annientò i loro cuori
dilandiando i loro cari
in una Brescia ignara
del serpente di odio
che invadeva la sua pelle fiera.
Non vi dimenticheremo,
Giulietta Banzi Bazoli,
Livia Bottardi Milani,
Euplo Natali,
Luigi Pinto
Bartolomeo Talenti
Alberto Trebeschi
Clementina Calzari Trebeschi
Vittoria Zambarda.

 

3
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • denny red. il 15/04/2012 01:58
    Bravo Cristiano, sempre pronto a ricordare che..
    Ben Scritta!!! Bravissimo.
  • Anonimo il 14/04/2012 21:40
    Caro Cristiano, condivido la tua amarezza, ma purtroppo la verità e la giustizia non sono di questo mondo.
    Se poi consideriamo che ci stanno umanamente tante bugie fatte passare per verità e tante ingiustizie fatte passare per cose giuste, il risultato va da sé.
    Se vivessimo in un paese giusto e veramente amante della legalità, non ci sarebbero di queste vergogne e non ci sarebbero neanche le misure che un ministro abusivo come monti ha avuto il coraggio di partorire insieme a tutti i suoi adepti.
    Cordialità
  • Anonimo il 14/04/2012 21:20
    Il tuo poetare è sempre attento anche per questo presente ancora ferito a morte, doppiamente... devono pagare anche le spese processuali coloro che si sono dichiarati parti civili. Versi particolarmente " risentiti" e addolorati!
  • cristiano comelli il 14/04/2012 21:18
    Cara Loretta, ancora una volta la ringrazio per la sua squisita sensibilità; devo confessarle che, quando oggi al telegiornale di mezza giornata ho udito questa notizia, mi sono quasi venute le lacrime agli occhi e mi è spuntata la solita domanda; ma in quale stato viviamo? E che credibilità può mai avere una giustizia che, in oltre trent'anni, non è riuscita a individuare lo straccio di un colpevole? Chi protegge questi vili maledetti che hanno spezzato i sogni di otto vite? Domande che, purtropopo, restano come sempre senza risposta. E da oggi l'Italia è ancora più povera di verità e più ricca, inutilmente, di misteri e di vergogne. Cordialità.
  • Anonimo il 14/04/2012 21:16
    Una vergogna che continua senza dignità da parte di chi dovrebbe
    gia aver fatto giustizia!... ***** Franco
  • loretta margherita citarei il 14/04/2012 21:14
    piazza della loggia, ustica, l'attentato a bologna la stazione, etc etc, si saprà mai la verità? apprezzatissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0