PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Del campanile di Giotto

Oggi sul giornale ti leggo la notizia.
Stà cadendo il campanile,
pezzi di marmo e travertino

ci mancava questo al turista
o all'incredulo fiorentino.
Costernati da fatti sì gravi

tutti i giorni ce n'e' una nova
e la luce pe usci' dal tunnel
che in fondo c'e' la frana?

Per chi suonerà, se potrà ancora
la prossima volta la campana?
Con malizia vien di dire,

che non suoni ma colpisca
politici arroganti, che vanno a ricercare
sotto un quadro antico, un altro,

mentre il muro intanto
è da un po' , sparito
ridotto da polverem, calcinaccio

 

6
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • STEFANO ROSSI il 15/04/2012 21:31
    I' Raffa ha detto bene. Ottima poesia. Quando ci passo in bicicletta da sotto il campanile butto sempre uno sguardo verso l'alto per vedere se sta anche diritto.

5 commenti:

  • ignazio de michele il 15/04/2012 21:15
    e Tu, non ha miha scritto una hosa sbajata. bravo
  • Anonimo il 15/04/2012 20:31
    con la tua insuperabile ironia... dici sempre verità... baciotto
  • Marcello Piquè il 15/04/2012 15:38
    sarei costernato se crollasse il campanile di Giotto, meglio la torre di Pisa che è già a mezza strada!
  • Anonimo il 15/04/2012 14:07
    scherzando... hai detto la verità caro Raf!
  • roberto caterina il 15/04/2012 07:51
    Attuale, ma con moniti maliziosi... Fiorentino, travertino? Una rima che fa pensare..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0