PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Riposare

Quando rari
momenti ti concedi,
sono disperata
e al tempo stesso,
priva di dignità
e mi annullo
nella forma più becera
di un sentimento,
che scava e tormenta
questa mente incapace.
Mi lascio
travolgere
anche se non
mi spogli,
non entri in me,
anzi neppure
mi sfiori,
ma m'inebrio
di ogni afflato
che corre sulle
tue labbra.
Smarrita
ormai
nella passione
più folle,
chiedo un Dio
in prestito,
affinchè
mi distolga
e mi faccia
riposare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/04/2012 14:05
    quanto ti capisco! Ottime immagini...

19 commenti:

  • augusta il 26/04/2012 12:42
    carissima rosanna grazie...
  • rosanna gazzaniga il 25/04/2012 21:37
    Intensa passione in versi bellissimi e ritmati! Molto bella, complimenti!
  • augusta il 24/04/2012 14:05
    bellissima alice, a me invece sembra molto chiaro, tutti siamo coinvolti...
  • alice righetti il 24/04/2012 00:57
    all'inizio parti in seconda persona, poi in prima persona perchè ??????? parli di te o di un'altra persona nn è ben chiaro... ciaoooooooo cmq ci sai fare
  • augusta il 23/04/2012 12:16
    carissimo mattia... i tuoi commenti mi fanno sempre piacere... 1 beso
  • Anonimo il 22/04/2012 20:00
    Proprio una bella poesia: iritmo che porta con se' mi ha catturato sin dal primo verso. Complimenti davvero, brava!!
  • augusta il 19/04/2012 09:24
    bellissimo andrea...è un'onore per me, il tuo passaggio.. grazie.
  • Andrea Pezzotta il 18/04/2012 18:10
    un turbine di parole magnifiche, complimenti
  • augusta il 18/04/2012 15:40
    bellissimo gianni e si, anima a pezzi, grazie
  • Gianni Spadavecchia il 18/04/2012 15:29
    Dolore e tristezza, anima a pezzi.. Agonia nei versi..
  • augusta il 18/04/2012 13:45
    molto gentile loretta... sappi che sono assolutamente principiante
    scrivo di getto, d'intuito, per cui perdonami se qualche volta la punteggiatura non è perfetta o sei nei racconti è un po' dispersivo
    ma cmq, grazie. Le critiche fanno sempre bene, soprattutto quelle negative. 1 beso.
  • loretta zoppi il 17/04/2012 23:46
    Una poesia d'amore che sfugge alla compostezza del titolo e che scorre come una piena fino all'ultimo rigo. Come un viaggio nel meccanismo complesso di un amore ad un solo senso, da come fa capire l'autore. La raffinata minuzia di emozioni la caratterizza
    tanto che la parola poco musicale "afflato"bene si intona in questo caso con sentimento, tormenta, inebrio. La chiusura D'Annunziana è come un fremito che fa scorgere nella travolgente passione l'altra follia più grande. chiedere in prestito una Deità che è viva in noi fin dalla nascita.
    Una splendida lirica, cara Augusta che ho gustato pienamente.
    Un caro saluto
  • augusta il 16/04/2012 18:46
    carissimo franco, se ami con intensità, l'amore è solo tormento
  • Anonimo il 16/04/2012 18:40
    Quando rari momenti ti concedi. Un amore impossibile suppongo.
    Comunque sia una buonissima penna. ***** Franco
  • augusta il 16/04/2012 12:33
    bellissima tylith, come frivolous, non ti dimentichi mai... due persone incantevoli... 1 beso
  • tylith il 16/04/2012 12:25
    Tormentatamente passionale, tormentatamente piena di forza!
  • augusta il 16/04/2012 12:02
    grazie loretta, fra le tue preferite...
  • augusta il 15/04/2012 12:28
    non direi vietata ai minori... anzi forse è proprio per loro... che sono tormentati 24 h al giorno... grazie 1 beso
  • Lolita il 15/04/2012 12:00
    V. M 18 anni!!! Molto molto inebriante

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0