accedi   |   crea nuovo account

Ricordo d'estate

Nella calura meridiana,
all’ombra dei filari ricamati
da foglie maculate
e grappoli viola,
distesi, muti, ascoltiamo
le radici respirare…
Ricordo l’odor di camomilla,
che circonda il biondo cesto
dei tuoi capelli;
i languidi occhi nocciola,
il tremor dei tuoi seni colmi,
la tua carne rosea
che non si concede
all’infuocato sguardo del sole.
Sfrigola la calura…
Anche la cicala tace…
Il desiderio ribolle nelle vene.
Tu, ansiosa, attendi…
Io prendo coraggio…
La brezza della collina fa palpitare
le foglie e dolcemente accarezza
le nostre reni che mietono il piacere…

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 01/05/2011 22:59
    Bellissima e splendida
  • Anonimo il 18/04/2011 19:39
    davvero stupenda, rende davvero l'idea di un perfetto attimo
  • laura cuppone il 20/06/2007 16:17
    splendida unione un po' timida all'inizio ma con una dolce carezza di foglie e mieter di reni al compimento. Bel ricordo... tra i filari e le maculate foglie. un abbraccio L
  • roberto mestrone il 20/06/2007 11:34
    Quadro ben dipinto che incornicia momenti di amore e passione tra filari d'uva.
    Bravo!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0