PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La pioggia

Odore acre
di terra umida penetra
nelle narici.

Tuoni rimbombano
nel cielo grigio.

Una calma surreale
irrompe violenta,
d'incanto
cadi lieve sulle betulle
che costeggiano il viale.

Il tintinnio
si sussegue ipnotico
sulle grondaie.

Le membra mie
cedono il passo
al sonno ristoratore.

 

4
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ettore Vita il 16/04/2012 21:56
    La pioggia mi piace quando non è violenta, quando stavo al paese suonava sulla tettoia.
    Il fuoco quando piove e più caldo e la casa più accogliente.
    E poi la quiete, l'arcobaleno, il profumo di terra e di vegetazione... e colori chiari, contorni netti... come un lavacro dello spirito.

4 commenti:

  • Pasquale Bufano il 19/04/2012 21:52
    Poesia ristoratrice dell'anima. Ciao Federica.
  • loretta margherita citarei il 16/04/2012 20:14
    gradevolissima complimenti
  • stella luce il 16/04/2012 12:02
    meraviglioso il suono della pioggia... versi melodiosi e dolci...
  • Anonimo il 16/04/2012 11:33
    Acquieta il rumore della pioggia. Bella scrittura. ***** Franco

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0